Code ai musei per la domenica gratuita d'ottobre. Franceschini: “bellissimo vedere le file, oggi è una festa popolare”


È un Dario Franceschini molto raggiante quello che commenta l’esito della prima domenica gratuita dopo la lunga pausa primaverile ed estiva: l’ex ministro dei beni culturali, Alberto Bonisoli, con uno dei primi provvedimenti del suo mandato, aveva infatti introdotto la sospensione delle domeniche gratuite da aprile a settembre, concentrando però una settimana di gratuità nel mese di marzo. La prima domenica gratis dopo sei mesi di digiuno è stata dunque particolarmente sentita in quasi tutti i musei d’Italia, davanti ai quali si sono formate lunghe code all’ingresso.

Il ministro dei beni culturali Franceschini si dichiara soddisfatto del risultato: “la cultura deve essere per tutti”, ha commentato salutando il successo di pubblico. “Davvero bellissimo vedere le file davanti a tutti i musei da quelli più grandi a quelli più piccoli; vedere le famiglie tornare a scoprire il patrimonio culturale italiano. È la dimostrazione che la cultura deve essere per tutti. Oggi è una bella festa popolare”.

Nella foto: code al Museo Archeologico Nazionale di Luni (La Spezia)

Code ai musei per la domenica gratuita d'ottobre. Franceschini: “bellissimo vedere le file, oggi è una festa popolare”
Code ai musei per la domenica gratuita d'ottobre. Franceschini: “bellissimo vedere le file, oggi è una festa popolare”


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma