G20 Cultura: approvata la Dichiarazione di Roma


Si è concluso il G20 della Cultura: approvata all’unanimità la Dichiarazione di Roma.

Al termine del G20 della Cultura che si è svolto a Roma presso Palazzo Barberini, il ministro della Cultura Dario Franeceschini ha annunciato che è stata approvata all’unanimità la Dichiarazione di Roma dei ministri del G20 della Cultura. 

Si tratta di un documento costituito da 32 punti che “è stato studiato e condiviso nei contenuti per mesi tra i paesi”; “non è una dichiarazione simbolica”, ha chiarito il ministro Franceschini, e continua: "Ne dobbiamo essere davvero molto orgogliosi. Se ne parlerà per molti anni come un punto di inizio. Si introduce la Cultura nei lavori del G20“. ”Abbiamo iniziato anni fa a parlare dei Caschi Blu della cultura e nel documento è passato il tema dell’organizzazione di forze nazionali che insieme all’Unesco intervengano, non in modo episodico, per tutelare il patrimonio dell’umanità. Nella dichiarazione di Roma abbiamo messo l’accento sulla formazione e in particolare sulla Scuola del Patrimonio di Roma, abbiamo sottolineato il tema del cambiamento climatico e quello dell’utilizzo dei sistemi digitali" ha aggiunto. 

"È stato un dibattito molto ricco e si conclude con una dichiarazione molto importante, la ’dichiarazione di Roma dei ministri del G20’, approvata all’unanimità. Il G20 della cultura è stato reso permanente“, ha concluso il ministro. ”Abbiamo ottenuto, e ci tenevamo moltissimo come Italia, l’impegno di tutti i membri per mettere in campo forze nazionali in cima all’Unesco per difendere il patrimonio culturale". 

G20 Cultura: approvata la Dichiarazione di Roma
G20 Cultura: approvata la Dichiarazione di Roma


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma