Il CAM di Casoria rischia la chiusura, il direttore si ammanetta per protestare


Rischia la chiusura il CAM, il museo d’arte contemporanea di Casoria: il direttore Antonio Manfredi si ammanetta per protestare.

Antonio Manfredi, diretore del Contemporary Art Museum di Casoria (in provincia di Napoli), si è incatenato al termosifone nella stanza del sindaco Pasquale Fuccio. Lo scopo? Protestare contro la chiusura del museo fondata da lui stesso nel 2004, un museo che conserva una collezione di 1500 opere di artisti internazionali provenienti da più di 50 paesi, ma anche un museo che, come si legge nel sito stesso, ha lottato con le sue mostre contro la politica corrotta, la mafia, il razzismo, la pedofilia ed ha acceso una luce sulla condizione delle donne.

Già nel 2011, Manfredi aveva tentato di salvare il CAM dando fuoco in piazza ad una serie di opere. Dopo qualche ora, Manfredi ha ricevuto una serie di telefonate, fra cui quella da parte del presidente della Campania De Luca e quella da parte del vice presidente del consiglio regionale Tommaso Casilli, i quali gli avrebbero fissato un appuntamento Martedì prossimo insieme al sindaco di Casoria e alla Regione Campania per aprire un tavolo per la risoluzione dei problemi del museo.

I carabinieri, che già avevano denunciato il direttore per interruzione di pubblico servizio, erano in procinto di arrestarlo, ma non ce n’è stato bisogno. “Non permetterò ancora di giocare con un museo che da tredici anni lotta per la sopravvivenza e realizza mostre contro ogni forma di sopruso sociale e culturale in una terra di camorra e di problematiche sociali spaventose” ha dichiarato Manfredi in una nota. “Quello che è certo è che io non ce la faccio più”, si sfoga il direttore, “Dopo tredici anni ci aspettiamo che la politica trovi anche per noi una soluzione”.

Immagine: una sala del CAM.

Il CAM di Casoria rischia la chiusura, il direttore si ammanetta per protestare
Il CAM di Casoria rischia la chiusura, il direttore si ammanetta per protestare


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Firenze, proteste al Museo dell'Opera del Duomo per il nudo di Bill Viola
Firenze, proteste al Museo dell'Opera del Duomo per il nudo di Bill Viola
Fondazione delle Arti a Venezia
Fondazione delle Arti a Venezia
Restaurato il Crocifisso dei Sangallo
Restaurato il Crocifisso dei Sangallo
Uccidete Caravaggio: un sicario sulle tracce del pittore in una nuova graphic novel
Uccidete Caravaggio: un sicario sulle tracce del pittore in una nuova graphic novel
Addio a Gillo Dorfles, scompare il grande critico d'arte
Addio a Gillo Dorfles, scompare il grande critico d'arte
Pisa, l'importante chiesa che ospitava Giotto e Cimabue è chiusa da due anni: nasce comitato pro-restauri
Pisa, l'importante chiesa che ospitava Giotto e Cimabue è chiusa da due anni: nasce comitato pro-restauri