Roma, inaugurato il restauro delle Corsie Sistine splendidamente affrescate


Inaugurato questa mattina il restauro delle Corsie Sistine, nel complesso monumentale Santo Spirito in Sassia a Roma. 120 metri di lunghezza per 12 metri di larghezza che costituiscono il primo esempio di architettura civile rinascimentale a Roma.

È stato inaugurato questa mattina il restauro delle Corsie Sistine, nel complesso monumentale Santo Spirito in Sassia a Roma. Presenti il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, i ministri Dario Franceschini e Roberto Speranza, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Soprintendente Speciale di Roma Daniela Porro e il Direttore Generale della Asl Roma 1 Angelo Tanese.

Il Santo Spirito in Sassia, considerato uno dei più antichi ospedali d’Europa, sorse a sostegno dei poveri, dei malati e degli infanti abbandonati; le sue origini risalgono addirittura al 727 a.C. Nel Quattrocento fu papa Sisto IV a occuparsi della ristrutturazione dell’Ospedale, rovinato a causa di incendi e di saccheggi.

Successivamente l’Ospedale prese il nome di Corsia Sistina e venne impreziosito da un ciclo di affreschi, commissionati dallo stesso pontefice, al fine di narrare i momenti significativi della sua vita e la storia dell’antico edificio. La Corsia Sistina, sormontata da un tiburio, custodisce al suo interno un altare attribuito ad Andrea Palladio e un’opera pittorica di Carlo Maratti. Ad Andrea Bregno è attribuito il portale in marmo detto “del Paradiso”.

120 metri di lunghezza per 12 metri di larghezza: sono queste le dimensioni della monumentale corsia voluta da papa Sisto IV che costituisce il primo esempio di architettura civile rinascimentale a Roma. L’edificio si compone di due ambienti: la Corsia Lancisi e la Corsia Baglivi, in memoria degli illustri medici Giovanni Maria Lancisi (1654-1720) e Giorgio Baglivi (1668-1707). Questi ambienti sono separati da un tiburio con finestre bifore e trifore attribuite all’architetto Giovanni Pietro Ghirlanducci. Sulle pareti vi è un importante ciclo pittorico, eseguito a fresco nel 1478 da artisti della scuola umbro-romana e discepoli di Melozzo, del Ghirlandaio, del Pinturicchio e di Antoniazzo Romano, che raffigura, in oltre cinquanta quadri illustrati, le origini dell’ospedale e gli episodi più importanti della vita di Sisto IV.

Gli interventi di restauro includono il consolidamento della struttura, comprese le volte della Biblioteca Lancisiana, il trattamento dei paramenti murari e lapidei, il restauro degli intonaci interni ed esterni delle Corsie e il recupero di infisse e vetrate e dell’Antiquarium.

Il restauro è stato reso possibile grazie al recupero di fondi della Regione Lazio.

Roma, inaugurato il restauro delle Corsie Sistine splendidamente affrescate
Roma, inaugurato il restauro delle Corsie Sistine splendidamente affrescate


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE