Leonardo da Vinci era strabico secondo una ricerca scientifica


Qual è il segreto della profondità che caratterizzano i dipinti di Leonardo da Vinci? Lo strabismo: questo almeno secondo lo studio pubblicato sulla rivista Jama Ophthalmology dal neuroscienziato Christopher W. Tyler della City University di Londra. Stando a quanto si legge nella ricerca, Leonardo sarebbe stato affetto da exotropia, una forma di strabismo ad intermittenza, che avrebbe indotto il cervello dell’artista a “spegnere” in alcuni momenti l’occhio deviato: questo passaggio da visione bioculare a monoculare spiegherebbe la sua abilità nel cogliere i particolari che rendono la tridimensionalità di volti, oggetti e paesaggi.

Per arivare a tale conclusione, la ricerca ha interessato vari opere di Leonardo come Gioconda, l’Uomo vitruviano, il suo autoritratto e il Salvador mundi, ma anche il David di Verrocchio, per il quale Leonardo avrebbe fatto da modello.

Intervistato dall’ANSA, Tyler ha spiegato: “è probabile che lo strabismo intermittente, con l’alternanza di visione 2D e 3D, abbia in qualche modo reso l’artista più consapevole di quei dettagli che generano tridimensionalità nei dipinti, e ciò potrebbe spiegare perché Leonardo era così attento a dare l’impressione della profondità nelle sue opere”.

“Quella dello strabismo intermittente mi pare un’ipotesi inedita e sorprendente” commenta Davide Lazzeri, chirurgo plastico da anni impegnato nello studio della medicina nell’arte.

“Questo studio” continua l’esperto "conferma ancora una volta il grande interesse a ricostruire la complessa ’cartella clinica’ di Leonardo: da tempo si ipotizza infatti che il celebre artista fosse vegetariano e che questo possa aver determinato un incremento dei valori di una proteina del sangue, chiamata omocisteina, che aumenta il rischio cardiovascolare. Da qui si è fatta strada l’ipotesi dell’ictus, che secondo alcuni studiosi troverebbe conferma nella paralisi della mano destra di Leonardo, descritta nel 1517 dal segretario del cardinale d’Aragona Antonio de’ Beatis, e nell’episodio di parossismo che si sarebbe verificato in punto di morte alla presenza del re di Francia".

Fonte ANSA

Leonardo da Vinci era strabico secondo una ricerca scientifica
Leonardo da Vinci era strabico secondo una ricerca scientifica


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Le bricole di Fabio Viale presentate dalla Galleria Poggiali alla Biennale di Venezia 2019
Le bricole di Fabio Viale presentate dalla Galleria Poggiali alla Biennale di Venezia 2019
Ecco i nuovi direttori della Reggia di Caserta e del Palazzo Reale di Genova: sono Tiziana Maffei e Alessandra Guerrini
Ecco i nuovi direttori della Reggia di Caserta e del Palazzo Reale di Genova: sono Tiziana Maffei e Alessandra Guerrini
Roma, multe fino a 450 euro per chi deturpa o imbratta i monumenti e per chi fa il bagno nelle fontane
Roma, multe fino a 450 euro per chi deturpa o imbratta i monumenti e per chi fa il bagno nelle fontane
La Venere di Botticelli in mostra in Georgia
La Venere di Botticelli in mostra in Georgia
Le architetture di Frank Lloyd Wright entrano a far parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanità
Le architetture di Frank Lloyd Wright entrano a far parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanità
Michelangelo - Infinito: il film nei cinema ad ottobre
Michelangelo - Infinito: il film nei cinema ad ottobre