Lucca, troppi turisti cadono dalle mura, e il sindaco impone l'installazione di transenne


Le mura di Lucca saranno transennate in sei punti: la decisione presa per via dei troppi turisti che cadono dai baluardi.

Le mura di Lucca, uno dei più straordinari esempi europei di cinta muraria di epoca moderna che si sia conservata integralmente, sono state transennate in alcuni punti. Il motivo? Troppi turisti si sporgono e cadono (l’ultimo caso il 14 maggio scorso, ma l’elenco è abbastanza lungo), ragion per cui il sindaco Alessandro Tambellini, dopo che il dirigente del settore Lavori pubblici e urbanistica ha ricevuto segnalazioni dall’ispettore capo della polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Lucca e dagli agenti del Nucleo di Polizia Giudiziaria Edilizia e Ambiente della Polizia Municipale, ha deciso di installare delle protezioni nei punti considerati più a rischio caduta. In particolare, le transenne saranno installate sulla piattaforma San Frediano, dove il parapetto è molto basso, sul baluardo San Donato, che si distingue per le sue pareti di altezza ridotta, e ancora sul baluardo San Colombano, sul baluardo La Libertà, sul baluardo San Salvatore e sul baluardo San Martino.

La pericolosità di queste aree delle mura è già ampiamente segnalata con la cartellonistica che impone a cittadini e turisti il divieto di avvicinarsi ai bordi delle mura, pena anche una sanzione pecuniaria, ma evidentemente il rischio di beccare una multa non basta, e di conseguenza si è resa necessaria l’ordinanza firmata il 27 agosto dal sindaco. L’installazione delle transenne provvisorie è partita poche ore dopo la firma del sindaco. Il Comune fa però sapere in una nota che “per evidenti problemi di forza maggiore”, non ha potuto “concordare con la Soprintendenza le modalità di attuazione degli interventi attuati stamani, ma prosegue comunque il suo impegno e la collaborazione con l’organo periferico del Ministero dei Beni Culturali (destinatario del finanziamento di 2 milioni di euro per le Mura) per portare a termine la progettazione condivisa degli interventi definitivi di miglioramento della sicurezza del monumento”.

Una soluzione drastica dal punto di vista dell’impatto paesaggistico e che era sempre stata scartata proprio per il fatto che le transenne non sono proprio belle da vedere. E una soluzione che nasce anche dagli sviluppi di un fatto risalente all’agosto dell’anno scorso, quando due turisti francesi (un padre e un bambino di sei anni) precipitarono dalle mura, riportando gravi ferite, perché il figlio non si era accorto che le mura erano finite, e il padre lo aveva seguito nel tentativo di salvarlo dalla caduta: la famiglia decise poi di denunciare il Comune per mancanza di sicurezza, e la vicenda giudiziaria sta ancora andando avanti (peraltro, il Comune a sua volta aveva denunciato i genitori per abbandono di minore).

Per tutte queste ragioni, in sostanza, dovremo abituarci a vedere, forse per molto tempo, le mura di Lucca, uno dei monumenti più famosi d’Italia, alterate nel loro aspetto.

Foto: un tratto delle mura di Lucca. Ph. Credit Carlo Pelagalli

Lucca, troppi turisti cadono dalle mura, e il sindaco impone l'installazione di transenne
Lucca, troppi turisti cadono dalle mura, e il sindaco impone l'installazione di transenne


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER