È ADALI la prima associazione degli agenti letterari italiani


Costituita la prima Associazione degli Agenti Letterari Italiani, ADALI:  trentasette le agenzie fondatrici. 

Nasce ADALI, la prima Associazione degli Agenti Letterari Italiani: sono trentasette le agenzie fondatrici dell’associazione che riunisce agenti e agenzie, rappresentanti di autori e di case editrici che operano da almeno due anni e che hanno residenza fiscale in Italia o il cui portafoglio sa costituito per almeno il 50% da autori italiani rappresentati sul mercato editoriale italiano. Gli associati aderiscono a rigorosi ed elevati standard di competenza e professionalità e a un codice deontologico condiviso

È stata avvertita l’esigenza di diffondere le regole base e le buone pratiche della professione di agente letterario, di fronte al numero crescente di soggetti che hanno intrapreso questo lavoro, per promuovere e tutelare la dignità della professione e per fornire un criterio operativo sia nell’esercizio del mestiere che nei rapporti tra agenti, nonché per garantire professionalità agli autori e agli editori in cerca di rappresentanza.

Intento di ADALI è proporsi come punto di riferimento per i professionisti del settore editoriale, le istituzioni e di tutti coloro che abbiano necessità di confrontarsi con gli associati. Infine, l’associazione crede nel confronto e nella riflessione come stimolo di crescitaprofessionale, in un settore non regolato da percorsi di formazione specifici né da titoli che abilitino alla professione di agente letterario.  

ADALI si è pronunciata anche sul futuro del libro, che “richiede un’innovazione straordinaria” poiché “non si può rimanere ancorati a metodi e politiche di vendita impostate per un mondo che adesso non c’è più e che ha dimostrato negli ultimi dieci-quindici anni che qualcosa già non funzionava. La posizione dell’agente è centrale nella filiera del libro, perché lavora al libro sin dalle sue fasi embrionali o di progetto, e affianca gli autori in tutto il processo creativo. Gli agenti sono a stretto contatto con tanti diversi editori, possiedono una visione allargata delle potenzialità e dei limiti del sistema-libro. L’interesse dell’agente letterario, così coincidente con l’interesse degli autori, li spinge fortemente a voler innovare alcuni meccanismi che hanno dimostrato di non essere efficaci come da molti auspicato, e che hanno bisogno di essere ripensati”.

Per maggiori informazioni: www.adali.org

È ADALI la prima associazione degli agenti letterari italiani
È ADALI la prima associazione degli agenti letterari italiani


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Rouen, nove dipinti trafugati dai nazisti cercano i loro legittimi proprietari
Rouen, nove dipinti trafugati dai nazisti cercano i loro legittimi proprietari
La figlia di un grande collezionista dona agli Uffizi un dipinto di Silvestro Lega
La figlia di un grande collezionista dona agli Uffizi un dipinto di Silvestro Lega
Opera di Turcato dietro i cassonetti, il sindaco di Viareggio: “è in attesa di restauro. Non mi sembrava una cosa rilevante”
Opera di Turcato dietro i cassonetti, il sindaco di Viareggio: “è in attesa di restauro. Non mi sembrava una cosa rilevante”
Da ieri la canzone più ascoltata del XX secolo è Bohemian Rhapsody dei Queen. Ma sai qual è il suo significato?
Da ieri la canzone più ascoltata del XX secolo è Bohemian Rhapsody dei Queen. Ma sai qual è il suo significato?
Stabiae, gruppo di restauratori polacchi riporta alla luce decorazioni di Villa Arianna
Stabiae, gruppo di restauratori polacchi riporta alla luce decorazioni di Villa Arianna
Ufficiale, i Portici di Bologna sono candidati al Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO. L'esito si conoscerà nel 2021
Ufficiale, i Portici di Bologna sono candidati al Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO. L'esito si conoscerà nel 2021