Pornoattrice al museo: al CAM di Casoria una performance per annusare Valentina Nappi


Singolare evento di “body performance” al CAM di Casoria: il 17 giugno, l’attrice porno Valentina Nappi sarà infatti protagonista di una azione in cui metterà a disposizione del pubblico il suo corpo per farselo annusare.

Un’iniziativa che farà sicuramente discutere, quella che si terrà al 17 giugno al CAM - Contemporary Art Museum di Casoria (Napoli), che ha convocato la nota pornoattrice Valentina Nappi per una “body performance” dal titolo più che programmatico: Annusa Valentina Nappi. Quello che potrebbe sembrare il sogno di qualunque amante del fetish viene presentato dal museo campano come un evento che “prende spunto dalla capacità evocativa del senso dell’olfatto per riflettere sui confini tra dimensione estetica e sensoriale”.

Una “azione artistica”, la definisce il museo, che peraltro avrà anche un accompagnamento musicale, con i suoi ambient e dilatati del duo elettronico KAMAAK, che eseguiranno dal vivo i brani tratti dal loro ultimo ep, Imperfect Disconnect. Ma in cosa consiste la performance? Lo spiega il museo: “Gli odori ci aiutano a riconoscere la realtà e a catalogare quello che è buono e quello che è pericoloso, annusare significa tornare indietro e ricordare quello che si è appreso da piccoli o cercare nuove definizioni per nuovi odori. Così il corpo dell’attrice hard, Valentina Nappi, preparato con delle essenze dallo chef Pasquale Trotta, si offrirà all’esperienza olfattiva del pubblico mettendo in atto, attraverso le molecole odorose, una corrispondenza alle conoscenze ataviche, ai ricordi e alla definizione stessa della realtà. La relazione instauratasi attraverso il corpo di Valentina Nappi tra il pubblico e le proprie sensazioni verrà riportata su fogli che contribuiranno alla documentazione/installazione della performance”.

Insomma, per dieci euro chi si prenoterà potrà avere la possibilità di annusare il corpo di Valentina Nappi (nel prezzo peraltro è incluso pure l’aperitivo di benvenuto). L’evento si inserisce in un ciclo di appuntamenti del CAM legati ai sensi e centrati su azioni artistiche, musica, video e mostre. Per chi volesse più informazioni (o prenotarsi, dato che vige l’obbligo di riservare il posto al proprio naso), è stato creato un apposito evento Facebook.

Non è la prima volta che il CAM di Casoria punta sul porno per coinvolgere il pubblico. Nel 2013, il piccolo museo campano aveva ottenuto notorietà internazionale per aver aperto una mostra in cui gli affreschi erotici di Pompei venivano “reinterpretati” da attori e attrici in carne e ossa che assumevano le stesse pose (ovviamente rigorosamente nudi e colti in atti espliciti) degli antichi abitanti della città vesuviana. Valentina Nappi sarà in grado di replicare quel successo?

Nella foto, Valentina Nappi

Pornoattrice al museo: al CAM di Casoria una performance per annusare Valentina Nappi
Pornoattrice al museo: al CAM di Casoria una performance per annusare Valentina Nappi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE