Il Covid cancella anche il Praemium Imperiale: la 32ma edizione degli Oscar dell'arte rinviata al 2021


Non ci sarà il Praemium Imperiale nel 2020: la trentaduesima edizione del prestigioso premio è stata rinviata al 2021.

È uno dei premi artistici più prestigiosi del mondo, tanto che in molti lo chiamano “gli Oscar dell’arte”: il Praemium Imperiale è, insomma, uno dei riconoscimenti più ambiti in cinque campi delle arti visive (pittura, scultura, architettura, musica e cinema/teatro), e che dall’anno della prima edizione (il 1989) è stato appannaggio di alcuni dei più grandi artisti degli ultimi anni: da Willem de Kooning a Federico Fellini, da Christo ad Antoni Tapiès, da Richard Serra a Ingmar Bergman, da Renzo Piano a Cy Twombly, da Enrico Castellani a Daniel Baremboim, da Rem Koolhas a William Kentridge, e l’elenco potrebbe continuare a lungo.

Purtroppo però nel 2020 il premio non ci sarà: è la prima volta che il Praemium Imperiale salta, e questo a causa della pandemia di Covid-19. La Japan Art Association, che da sempre organizza il premio, ha infatti deciso, con riluttanza, di rinviare al 2021 l’edizione numero 32 del Praemium Imperiale. I nomi saranno dunque annunciati ufficialmente a settembre 2021 e la cerimonia di premiazione si terrà nell’ottobre del 2021, come di consueto a Tokyo.

La decisione di rinviare la trentaduesima edizione, fa sapere l’organizzazione, riflette il timore ampiamente diffuso che, stando alle previsioni attuali, probabilmente a settembre e ottobre il mondo dovrà ancora confrontarsi con la pandemia. In queste circostanze, per la salvaguardia della sicurezza di tutti, la Japan Art Association non ritiene opportuno riunire a Tokyo i Consiglieri Internazionali, i vincitori e gli illustri ospiti.

“Speriamo che entro l’autunno 2021 il mondo si sia ripreso dalla crisi globale e abbia superato la minaccia del Covid-19”, auspica la Japan Art Association in una nota. “Ci auguriamo che gli eventi del Praemium Imperiale, tra cui l’annuncio a settembre e la cerimonia di premiazione a ottobre, possano essere una gradita occasione per celebrare il ruolo centrale delle Arti nella nostra vita: importanti per il benessere e l’unione delle persone del mondo, al di là dei confini nazionali e delle differenze di razza, genere e lingua”.

Per qualsiasi informazione sul premio è possibile consultare il sito ufficiale.

Nell’immagine: una fotografia della cerimonia di premiazione dell’edizione 2019.

Il Covid cancella anche il Praemium Imperiale: la 32ma edizione degli Oscar dell'arte rinviata al 2021
Il Covid cancella anche il Praemium Imperiale: la 32ma edizione degli Oscar dell'arte rinviata al 2021


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma