Il Covid cancella anche il Praemium Imperiale: la 32ma edizione degli Oscar dell'arte rinviata al 2021


Non ci sarà il Praemium Imperiale nel 2020: la trentaduesima edizione del prestigioso premio è stata rinviata al 2021.

È uno dei premi artistici più prestigiosi del mondo, tanto che in molti lo chiamano “gli Oscar dell’arte”: il Praemium Imperiale è, insomma, uno dei riconoscimenti più ambiti in cinque campi delle arti visive (pittura, scultura, architettura, musica e cinema/teatro), e che dall’anno della prima edizione (il 1989) è stato appannaggio di alcuni dei più grandi artisti degli ultimi anni: da Willem de Kooning a Federico Fellini, da Christo ad Antoni Tapiès, da Richard Serra a Ingmar Bergman, da Renzo Piano a Cy Twombly, da Enrico Castellani a Daniel Baremboim, da Rem Koolhas a William Kentridge, e l’elenco potrebbe continuare a lungo.

Purtroppo però nel 2020 il premio non ci sarà: è la prima volta che il Praemium Imperiale salta, e questo a causa della pandemia di Covid-19. La Japan Art Association, che da sempre organizza il premio, ha infatti deciso, con riluttanza, di rinviare al 2021 l’edizione numero 32 del Praemium Imperiale. I nomi saranno dunque annunciati ufficialmente a settembre 2021 e la cerimonia di premiazione si terrà nell’ottobre del 2021, come di consueto a Tokyo.

La decisione di rinviare la trentaduesima edizione, fa sapere l’organizzazione, riflette il timore ampiamente diffuso che, stando alle previsioni attuali, probabilmente a settembre e ottobre il mondo dovrà ancora confrontarsi con la pandemia. In queste circostanze, per la salvaguardia della sicurezza di tutti, la Japan Art Association non ritiene opportuno riunire a Tokyo i Consiglieri Internazionali, i vincitori e gli illustri ospiti.

“Speriamo che entro l’autunno 2021 il mondo si sia ripreso dalla crisi globale e abbia superato la minaccia del Covid-19”, auspica la Japan Art Association in una nota. “Ci auguriamo che gli eventi del Praemium Imperiale, tra cui l’annuncio a settembre e la cerimonia di premiazione a ottobre, possano essere una gradita occasione per celebrare il ruolo centrale delle Arti nella nostra vita: importanti per il benessere e l’unione delle persone del mondo, al di là dei confini nazionali e delle differenze di razza, genere e lingua”.

Per qualsiasi informazione sul premio è possibile consultare il sito ufficiale.

Nell’immagine: una fotografia della cerimonia di premiazione dell’edizione 2019.

Il Covid cancella anche il Praemium Imperiale: la 32ma edizione degli Oscar dell'arte rinviata al 2021
Il Covid cancella anche il Praemium Imperiale: la 32ma edizione degli Oscar dell'arte rinviata al 2021


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER