Torino: riapre al pubblico dopo un lungo restauro la Cappella della Sindone


La data ufficiale di riapertura della Cappella della Sindone a Torino dopo un lungo restauro è il 27 settembre 2018.

Torna a essere visitabile al pubblico la Cappella della Sindone a Torino, capolavoro barocco di Guarino Guarini portato a termine alla fine del Seicento.

La data ufficiale di riapertura è il 27 settembre 2018, quando si terrà la cerimonia alle ore 9 presso il Teatro Regio alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività Culturali Alberto Bonisoli.

La cappella è stata oggetto di un lungo restauro a causa di un incendio, che aveva compromesso l’intera struttura, avvenuto nel 1997. Sette anni prima, nel 1990, la cappella era già stata chiusa per il crollo di un frammento di marmo da un cornicione interno.

Il restauro è stato finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali con il sostegno di Compagnia di San Paolo, Fondazione La Stampa - Specchio dei Tempi, Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino, Iren e Performance in Lightning.

C’è una novità: la Cappella della Sindone farà parte del percorso di visita dei Musei Reali di Torino, inserita tra Palazzo Reale e la Galleria Sabauda, ma non custodirà più la Sacra Sindone.

In occasione della riapertura, da venerdì 28 a domenica 30 settembre 2018 l’accesso alla cappella avrà il costo speciale di 3 euro; da martedì 2 ottobre 2018 l’ingresso sarà compreso nel biglietto dei Musei Reali.

Fonte: Repubblica - Stampa

Immagine

Torino: riapre al pubblico dopo un lungo restauro la Cappella della Sindone
Torino: riapre al pubblico dopo un lungo restauro la Cappella della Sindone


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER