Riapre al pubblico parte del Castello di Moncalieri


Dal 2 giugno 2019 riapriranno alcune aree del Castello di Moncalieri: quelle gestite dall’Arma dei Carabinieri. Ancora chiuse le aree gestite dal Consorzio delle Residenze sabaude.

Dal 2 giugno 2019, grazie al protocollo d’intesa siglato dal Comune e dall’Arma, riaprirà al pubblico parte del Castello di Moncalieri, precisamente le aree gestite dall’Arma dei Carabinieri; restano ancora chiuse le aree gestite dal Consorzio delle Residenze sabaude.
Il pubblico potrà visitare quindi il Salone della Regina, la Foresteria, la Piazza d’armi, la Cavallerizza, Infernotti e i Giardini all’italiana.

L’accordo siglato prevede anche la possibilità di rendere questi spazi disponibili per eventi culturali e sociali

“E’ un momento importante per Moncalieri, che ha il Castello come simbolo. Ora auspichiamo che il Consorzio delle Residenze sabaude faccia la sua parte e attivi l’intesa ferma dal 2017” dichiara soddisfatto il sindaco di Moncalieri, Paolo Montagna.

Il Castello di Moncalieri, Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO dal 1997, è stato costretto a chiudere al pubblico lo scorso febbraio perché rimasto con un solo dipendente. Ed era stato riaperto solo da novembre 2017, dopo nove anni di chiusura a causa dell’incendio che aveva distrutto un’ala del Castello nel 2008.

Fonte: Ansa 

Immagine; il Castello di Moncalieri visto dall’alto

Riapre al pubblico parte del Castello di Moncalieri
Riapre al pubblico parte del Castello di Moncalieri


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER