La fotografia privata è un tassello del patrimonio culturale nazionale. Nasce il nuovo archivio fotografico del MiBACT


Nasce Scene da un patrimonio, il nuovo archivio fotografico del MiBACT ideato dall’ICCD - Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione. 

Il MiBACT dà vita a un nuovo archivio fotografico: Scene da un patrimonio, ideato dall’ICCD - Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione allo scopo di avvicinare il pubblico italiano al patrimonio culturale attraverso la fotografia privata e familiare

Con questo nuovo portale l’ICCD dà il via a un nuovo progetto incentrato sulla fotografia che si affianca alla sua missione istituzionale di conservazione e valorizzazione delle proprie collezioni fotografiche e di gestione del Catalogo generale del patrimonio culturale. Scene da un patrimonio vuole essere un archivio pubblico in continuo aggiornamento che accoglie gli archivi personali: si crede infatti che ogni ricordo, ogni testimonianza sia un tassello per ricomporre la storia del Paese. Nelle fotografie di ognuno sono inclusi spazi pubblici, piazze, musei, opere d’arte, momenti di condivisione sociale e culturale, quali le processioni, le gite fuori porta, il made in Italy, un monumento, uno scorcio di città o di paesaggio.

L’istituzione invita tutti a partecipare all’archivio collettivo con le proprie immagini fotografiche. Le raccolte fotografiche suddivise per tematiche permettono di cogliere narrazioni e rappresentazioni differenti del patrimonio culturale italiano. 

Souvenir, Devozione, Una piazza a..., Il Paese nel pallone sono le prime quattro raccolte lanciate sul portale. Souvenir è dedicata alle città d’arte, ai musei, ai monumenti con il Bel Paese sullo sfondo; Devozione è dedicata alle processioni, ai riti collettivi; Una piazza a... è dedicata alle piazze, dalle più grandi alle più piccole, le piazze monumentali; Il Paese nel pallone dedicata al calcio, alle squadre e ai campi da gioco.  

Carlo Birrozzi, direttore ICCD, ha commentato: “Credo all’idea del patrimonio culturale come un flusso continuo da fotografare nel suo scorrere; un bene vitale, una marea sempre in movimento che desideriamo rendere accessibile a tutti, accogliendo e restituendo il punto di vista di ciascun individuo che contribuisce a renderlo tale. #scenedaunpatrimonio è una delle leve strategiche su cui l’Istituto lavora instancabilmente da mesi per avvicinare il più possibile l’istituzione pubblica al territorio e alle persone, interagendo e restituendo valore attraverso il medium della fotografia. I ricordi e le fotografie consolidano e completano in modo semplice e partecipativo la visione collettiva sul patrimonio culturale italiano”. 

Per contribuire alle raccolte occorre iscriversi al portale e caricare le proprie fotografie seguendo le istruzioni. Con questo progetto l’ICCD intende dare nuovo senso alle fotografie private e di famiglia e riconoscere il loro valore di patrimonio culturale. La fotografia è patrimonio che racconta il patrimonio. È elemento chiave che assume la duplice valenza di documentazione e di patrimonio.

Per info: https://scenedaunpatrimonio.beniculturali.it/

Immagine: Tre donne e un uomo davanti al Battistero di San Giovanni (1937; Pisa)

La fotografia privata è un tassello del patrimonio culturale nazionale. Nasce il nuovo archivio fotografico del MiBACT
La fotografia privata è un tassello del patrimonio culturale nazionale. Nasce il nuovo archivio fotografico del MiBACT


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER