Hai conosciuto Peggy Guggenheim o ti ha ispirato? Scrivi a Peggy


The Peggy Guggenheim Collection invita chiunque abbia conosciuto Peggy o semplicemente l’abbia ispirato a scrivere una lettera alla celebre collezionista.

La The Peggy Guggenheim Collection invita a scrivere a ... Peggy. 

Con l’iniziativa Scrivi a Peggy, che rientra nel programma La continuità di una visione, il museo chiama a raccolta tutti coloro che hanno conosciuto la celebre collezionista o che si sono ispirati a lei per raccontare la propria testimonianza. L’invito è indirizzato a chi ricorda Peggy Guggenheim in gondola sui canali veneziani o a passeggio per la città, ma anche a chi avrebbe voluto conoscerla ma appartiene a un’altra generazione.

Le lettere o le mail dovranno essere indirizzate a Collezione Peggy Guggenheim, Dorsoduro 701, 30123 Venezia o a scriviapeggy@guggenheim-venice.it: alcune tra le lettere più significative che giungeranno al celebre museo veneziano saranno pubblicate sul sito di quest’ultimo e alcuni estratti saranno condivisi sui social con l’hashtag #ScriviaPeggy

Il programma La continuità di una visione, che si protrae per tutto il 2019, intende ricordare con mostre e attività la collezionista per attualizzare il suo insegnamento coraggioso e dirompente e per lasciarsi ispirare da una donna visionaria e tenace. Quest’anno ricorre infatti l’anniversario dal trasferimento di Peggy Guggenheim a Palazzo Venier dei Leoni, avvenuto nel 1949, e l’anniversario della sua scomparsa avvenuta il 23 dicembre 1979.

Immagine: Cameraphoto Epoche. Donazione, Cassa di Risparmio di Venezia, 2005

Hai conosciuto Peggy Guggenheim o ti ha ispirato? Scrivi a Peggy
Hai conosciuto Peggy Guggenheim o ti ha ispirato? Scrivi a Peggy


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER