Taormina sarà partner di Procida Capitale Italiana Cultura 2022


La collaborazione non è ancora stata ufficializzata, ma sembra che Taormina sarà partner di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022. 

Secondo da quanto si apprende da AgCult, il Comune di Taormina sarà partner di Procida Capitale della Cultura 2022. La collaborazione non è ancora ufficiale, ma la notizia è stata annunciata dal sindaco di Taormina Mario Bolognari. “Ancora non abbiamo formalizzato” ha dichiarato, “ma posso dire che i primi incontri sono stati molto proficui”. 

Procida è stata nominata Capitale Italiana della Cultura 2022 a gennaio ed era candidata con altre nove finaliste: è la prima volta che questo titolo viene assegnato a una piccola città e la prima volta che ad essere nominata è una città non capoluogo di provincia. 

“Penso che Procida possa essere considerata una metafora di tanti luoghi, di tante amministrazioni, di tante comunità che hanno riscoperto l’entusiasmo e l’orgoglio per i propri territori e che con questo titolo vogliono costruire un riscatto importante per le proprie terre” aveva dichiarato il sindaco di Procida, Raimondo Ambrosino, alla notizia. “La cultura può essere uno straordinario detonatore del piano strategico di rilancio”. Nel dossier di candidatura infatti si legge che Procida intende creare “un modello di vita urbana attiva orientata alla cultuta e ai desideri della comunità. Procida è l’isola che non isola, laboratorio culturale di felicità sociale”.

Ph.Credit 

Taormina sarà partner di Procida Capitale Italiana Cultura 2022
Taormina sarà partner di Procida Capitale Italiana Cultura 2022


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma