Il Teatro alla Scala è su Google Arts & Culture: viaggio virtuale tra gli ambienti e nell'immenso archivio


Il Teatro alla Scala di Milano sbarca su Google Arts & Culture per far scoprire il teatro, il backstage, i laboratori e l’immenso archivio di immagini.    

Il Teatro alla Scala di Milano sbarca su Google Arts & Culture: accedendo alla piattaforma dedicata, è possibile passeggiare con Street View negli oltre 20.000 metri quadrati, alla scoperta del Teatro, del backstage, dei laboratori e delle oltre 259.000 immagini d’archivio digitalizzate.

“Siamo felici di presentare questo nuovo progetto con Google che ha già fatto molto nel mondo con i musei. La Scala è uno dei più grandi teatri lirici del mondo, uno dei più importanti. Nel corso di 250 anni ha costruito un archivio meraviglioso con tante immagini e ricordi, costumi. Tutta la nostra squadra ha messo su questo sito più di 240mila foto, 1.200 immagini che vengono dal museo, 16mila documenti musicali. Una collezione molto importante. È stata organizzata una mostra di dodici costumi storici con telecamere di alta definizione in cui si vedono i più piccoli dettagli di ogni costume” ha dichiarato il sovrintendente del Teatro alla Scala, Dominique Meyer.

Grazie a questo progetto è possibile trovarsi sull’importante palco o in platea o addirittura sul palco reale, percorrere l’atrio e il Salone d’oro e salire fino al tetto per godere di un bel panorama sulla città. 

Un’occasione per scoprire il famoso teatro fondato nel 1778 che ha ospitato i più grandi compositori italiani.

Il Teatro alla Scala è su Google Arts & Culture: viaggio virtuale tra gli ambienti e nell'immenso archivio
Il Teatro alla Scala è su Google Arts & Culture: viaggio virtuale tra gli ambienti e nell'immenso archivio


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER