Tempi difficili per la celebre libreria parigina Shakespeare & Co. che chiede aiuto


 La celebre libreria di Parigi Shakespeare & Co. è in difficoltà e lancia una richiesta d’aiuto. Fatturato diminuito dell’80%.

In difficoltà economica la celebre libreria di Parigi Shakespeare and Co.: da quando è stato attuato il primo lockdown a marzo, il suo fatturato è diminuito dell’80%, come molte delle librerie indipendenti, e ora sui social ha lanciato una richiesta di aiuto

“Non chiudiamo” dichiara al Guardian Sylvia Whitman, la figlia di colui che aprì nel 1951 la libreria nella sua attuale versione (per la prima volta fu aperta nel 1919 grazie a Sylvia Beach e fu frequentata da famosi scrittori nel corso del Novecento, tra cui Francis Scott Fitzgerald, Ernest Hemingway, TS Eliot e James Joyce), “ma stiamo andando avanti con i nostri risparmi e con gli aiuti che il governo sta dando in questo periodo di emergenza. Tuttavia non riusciamo a coprire tutte le spese”. E aggiunge: "Sappiamo che tutti stanno attraversando un periodo difficile. Vogliamo solo invitare la persone ad aiutarci a continuare a vendere i libri che abbiamo sui nostri scaffali, i libri rari che abbiamo". 

A partire da questa richiesta di aiuto la libreria ha già ricevuto sostegno e commissioni, e addirittura abbonamenti. “Dalla scorsa settimana” si legge sul sito ufficiale, “abbiamo ricevuto tantissimi ordini e ve ne siamo profondamente grati”. 

La libreria è aperta solo in Click & Collect, tutti i giorni dalle 12 alle 18, e anche il suo Café è aperto per take-away dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17 e il sabato e domenica dalle 13 alle 17. 

Ph.Credit Kiran Ridley/Getty Images

Tempi difficili per la celebre libreria parigina Shakespeare & Co. che chiede aiuto
Tempi difficili per la celebre libreria parigina Shakespeare & Co. che chiede aiuto


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER