Uffizi sugli scudi a Pasqua. Raggiunti e superati i livelli pre-Covid


Gli Uffizi trascinano i musei italiani e, durante il fine settimana di Pasqua, raggiungono e superano i numeri del periodo pre-Covid. Con una sorpresa: tra i visitatori anche il principe ereditario di Norvegia con la principessa.

Gli Uffizi tornano dopo due anni ai livelli pre-Covid e, anzi, li superano, anche se solo per un week-end, quello di Pasqua: numeri che fanno comunque ben sperare per il prosieguo della stagione e che potrebbero trainare anche tanti altri musei, grandi e piccoli. Nei quattro giorni delle feste appena trascorse, oltre 36mila visitatori si sono recati alla Galleria delle Statue e delle Pitture (36.608 per l’esattezza), oltre 29mila a Boboli (29.436), quasi 10mila a Palazzo Pitti (9.661), con la giornata di picco massimo la domenica di Pasqua, quando si sono segnati quasi 20mila ingressi totali (19.882) in tutti e tre i luoghi del complesso museale.

In totale, tra il Venerdì Santo e il Lunedì dell’Angelo, i tre spazi del complesso museale (Galleria delle Statue e delle Pitture, Palazzo Pitti, Giardino di Boboli) sono stati la meta culturale scelta da 75.704 visitatori: si tratta del 6% in più (4.311 persone) rispetto al 2019 (71.393 visitatori), l’ultima Pasqua prima della pandemia (durante la Pasqua del 2020 e 2021 i musei erano chiusi per il lockdown nazionale). Tra questi, 3.787 (cioè il 5%) hanno utilizzato il maxi biglietto cumulativo Passepartout 5 Days, che dà accesso a tutti e tre i musei delle Gallerie degli Uffizi, e inoltre al Museo Nazionale Archeologico e al Museo dell’Opificio delle Pietre Dure. Si conferma dunque la tendenza evidenziata anche su queste pagine: con il turismo di prossimità, gli italiani stanno riscoprendo i musei. “Le Gallerie degli Uffizi” commenta il direttore Eike Schmidt, “si riconfermano ancora una volta il motore dell’economia fiorentina”.

Infine, un’ultima sorpresa proprio dal fine settimana pasquale: ieri il principe ereditario di Norvegia Haakon Magnus con la moglie, principessa Mette-Marit sono stati tra gli ospiti illustri in questi giorni: ad accoglierli, il direttore Eike Schmidt. La coppia reale è arrivata puntualmente all’apertura del museo e si è trattenuta in Galleria per tutta la mattinata, concedendosi anche una breve colazione al sole sulla terrazza panoramica degli Uffizi, sovrastante la Loggia de’ Lanzi.

Immagine: passanti nel piazzale degli Uffizi durante il fine settimana di Pasqua 2022.

Uffizi sugli scudi a Pasqua. Raggiunti e superati i livelli pre-Covid
Uffizi sugli scudi a Pasqua. Raggiunti e superati i livelli pre-Covid


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Demolito l'autogrill di Villoresi Ovest, la storica stazione del boom economico. Verrà ricostruito
Demolito l'autogrill di Villoresi Ovest, la storica stazione del boom economico. Verrà ricostruito
Deputati Pd: “la carenza di organico negli archivi è un problema improcrastinabile”
Deputati Pd: “la carenza di organico negli archivi è un problema improcrastinabile”
I fondatori di Magazzino Italian Art Foundation vincono un prestigioso premio del Dedalo Minosse 2019
I fondatori di Magazzino Italian Art Foundation vincono un prestigioso premio del Dedalo Minosse 2019
Klimt, il dipinto rubato e ritrovato a Piacenza sarà in mostra a novembre
Klimt, il dipinto rubato e ritrovato a Piacenza sarà in mostra a novembre
Un unico biglietto d'ingresso per visitare il Cenacolo vinciano e il Poldi Pezzoli
Un unico biglietto d'ingresso per visitare il Cenacolo vinciano e il Poldi Pezzoli
Nominato il nuovo Comitato Scientifico del Mart: tra i membri, Muti e Ovadia
Nominato il nuovo Comitato Scientifico del Mart: tra i membri, Muti e Ovadia