L'arte e la storia contro la forza della natura: due documentari su Rai5


La nuova puntata di Art Night di venerdì 23 aprile è dedicata all’arte e alla storia che talvolta soccombono alla forza della natura. 

Venerdì 23 aprile alle 21.15 su Rai5 andrà in onda una nuova puntata di Art Night, programma di Silvia De Felice, Massimo Favia e Marta Santella con la regia di Andrea Montemaggiori. Sarà una puntata dedicata all’arte e alla storia che talvolta soccombono alla forza della natura, ma anche un’occasione per scoprire in che modo una calamità può dare vita a una nuova collezione d’arte. 

La serata si apre con il documentario Baia. La città sommersa: uno straordinario viaggio alla scoperta di Baia, centro della “dolce vita” del mondo antico, oggi sommerso nel golfo di Pozzuoli, attraverso un esclusivo accesso alla campagna di restauri subacquei. Il documentario, scritto e diretto da Marcello Adamo con la collaborazione ai testi di Andrea Branchi, prodotto da GA&A Productions e Filmare Entertainment in collaborazione con Rai Cultura, è realizzato grazie alla sinergia con l’Istituto Centrale per il Restauro, il Parco archeologico dei Campi Flegrei e il CNR. Dalla cooperazione tra enti e istituti nasce l’ambizioso progetto della campagna di restauro permanente, della quale il documentario racconta alcune fasi. Le straordinarie e suggestive riprese subacquee documentano l’intervento del team multidisciplinare di tecnici, scienziati e ricercatori ai quali è affidato il complesso compito di preservare, attraverso tecniche pionieristiche, i reperti custoditi in fondo al mare. Si tratta di un lavoro unico al mondo, a cui sono rivolte le attenzioni della comunità scientifica internazionale oltre a quelle di milioni di appassionati. La delicatissima campagna di restauro a Baia rappresenta il cuore del documentario, che intende mostrare la complessità di un intervento di risanamento di un’area archeologica sommersa ma anche ipotizzare, a partire da alcuni rilievi topografici subacquei, come doveva presentarsi Baia nel momento del suo massimo splendore. Attraverso l’uso della computer grafica, dopo un lungo lavoro di ricostruzione che si è avvalso della consulenza di Gennaro di Fraia, il filmato offre un’immagine viva e vitale di Baia, della quale scopriamo le ville e l’affaccio sul mare che ne facevano un rifugio dall’austera e frenetica vita della capitale per gli imperatori e i romani facoltosi.

Le continue scoperte effettuate dagli archeologi testimoniano che sono ancora molti i tesori archeologici da trovare e tutelare, anche in considerazione del fatto che solo una piccola parte dell’area archeologica è stata studiata. Si tratta di un passo cruciale per trasferire quest’immenso patrimonio alle generazioni future, che saranno presto chiamate a preservare lo straordinario Parco Archeologico. Baia, una delle eccellenze dell’archeologia italiana, si prepara a un nuovo splendore.

A seguire, Art Night racconterà come si opera nella protezione dell’arte nelle grandi catastrofi naturali che hanno colpito il nostro paese, a partire dall’alluvione di Firenze del 1966, quando l’Arno mise in pericolo i cittadini e un inestimabile patrimonio artistico custodito in chiese, musei e palazzi. Per la prima volta dal Dopoguerra, la ricchezza culturale di Firenze e dell’Italia fu seriamente in pericolo, e per la prima volta i centri di restauro specializzati come l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze si trovarono ad operare in una situazione di emergenza, sperimentando nuove tecniche e protocolli di azione. Da lì, con un salto temporale arriviamo al 1997, a quell’immagine stampata nella memoria collettiva, del crollo della volta della Basilica di San Francesco ad Assisi. In quel crollo tre restauratori persero la vita e per anni si credette di aver perso anche una delle opere più significative dell’arte medievale. Dal 1966 ad oggi sono stati fatti incredibili passi avanti, purtroppo anche grazie alle situazioni di emergenza che l’Italia ha subìto: dal terremoto dell’Aquila nel 2009 all’alluvione alle Cinque Terre del 2011 fino al recente terremoto del Centro Italia. Grazie alle Teche Rai, Art Night racconterà la storia della salvaguardia dell’arte in Italia, con Salvare l’arte di Linda Tugnoli. 

Nell’immagine, resti della città sommersa di Baia 

L'arte e la storia contro la forza della natura: due documentari su Rai5
L'arte e la storia contro la forza della natura: due documentari su Rai5


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma