David di Donatello, trionfa il film su Ligabue. Elio Germano miglior attore


“Volevo nascondermi”, il film sulla vita di Antonio Ligabue, trionfa ai David di Donatello 2021: miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista con Elio Germano e diversi altri premi.

Si è svolta ieri sera la cerimonia di premiazione dell’edizione numero 66 dei David di Donatello, che si è svolta a Roma con la conduzione di Carlo Conti, e trasmessa in prima serata su Rai 1. A trionfare è stato il film Volevo nascondermi, che ha ricevuto il premio come miglior film, miglior regia (Giorgio Diritti), miglior attore protagonista (Elio Germano), miglior fotografia (Matteo Cocco), miglior scenografo (Paolo Zamagni, Ludovica Ferrario e Alessandra Mura), miglior acconciatore (Aldo Signoretti) e miglior suono.

Il premio per la miglior attrice protagonista è andato a Sophia Loren per La vita davanti a sé, mentre la miglior attrice non protagonista è Matilda De Angelis per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, film che si aggiudica anche il premio di miglior attore non protagonista con Fabrizio Bentivoglio. Miglior documentario è Mi chiamo Francesco Totti (di Alex Infascelli), miglior cortometraggio è Anne (di Domenico Croce e Stefano Malchiodi) mentre 1917 di Sam Mendes vince il premio per il miglior film straniero.

Il miglior regista esordiente è Pietro Castellitto per I predatori, mentre il premio per la miglior sceneggiatura originale va, postumo, a Mattia Torre per Figli (il premio è stato ritirato dalla figlia Emma: Torre è infatti scomparso nel 2019). Gianni Di Gregorio e Marco Pettenello vincono il premio per la miglior sceneggiatura adattata per Lontano lontano, mentre il premio per miglior produttore va al film Miss Marx (premio vinto da Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo film con Rai Cinema, Joseph Rouschop e Valérie Bournonville per Tarantula Belgique). Missa Marx vince anche il premio per il miglior compositore, che va a Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo e Downtown Boys. La miglior canzone è Immigrato di Checco Zalone per il film Tolo Tolo (il film di Checco Zalone vince anche il David dello spettatore, assegnato al film che nell’anno totalizza il maggior numero di presenze al cinema).

Quanto ai premi tecnici, Massimo Cantini Parrini è il miglior costumista (Miss Marx), Luigi Ciminelli, Andrea Leanza e Federica Castelli sono i migliori truccatori (Hammamet), il premio di miglior montatore va a Esmeralda Calabria (Favolacce), Stefano Leoni ed Elisabetta Rocca vincono i migliori effetti speciali visivi per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.

Infine, premio David Giovani a 18 regali di Francesco Amato, e David speciali per Sandra Milo, Diego Abatantuono e Monica Bellucci.

David di Donatello, trionfa il film su Ligabue. Elio Germano miglior attore
David di Donatello, trionfa il film su Ligabue. Elio Germano miglior attore


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma