Bergamo: torna l'appuntamento con i maestri del paesaggio


Dal 6 al 23 settembre 2018 arriva una nuova edizione de ’I maestri del paesaggio’ a Bergamo: conferenze, seminari, mostre e workshop sul tema.

Dal 6 al 23 settembre 2018 torna l’appuntamento con “I maestri del paesaggio”, l’evento di fine estate che promuove la natura e bellezza a Bergamo con un programma ricco di conferenze, seminari, workshop, mostre, spettacoli, concorsi, degustazioni e laboratori tutti all’aria aperta.

Piazza Vecchia si trasformerà in un ampio e rigoglioso giardino di fiori ed erbe perenni, grazie all’iniziativa Green Square, mentre lo storico Teatro Sociale ospiterà, il 22 e 23 settembre, l’International Meeting of the Landscape and Garden, aperto a esperti e appassionati, che porrà particolare attenzione al mondo delle piante, alla loro importanza, varietà e specie, e che vedrà protagonisti Piet Oudolf, Filippo Pizzoni, Atelier Le Balto, Louis Benech, Winy Maas, Sandra Piesik e Bjarke Ingels.

In programma sono previsti anche il concorso fotografico Obiettivo sulla piazza verde e dintorni e una mostra dedicata ai giardini di Piet Oudolf legati al mondo dell’arte e all’innovazione botanica, con una serie di fotografie dell’autore. Al centro dell’edizione 2018 è Plant Landascape, uno sguardo sul mondo delle piante e del ruolo fondamentale che svolgono a favore del clima, del suolo e contro l’inquinamento, in un dialogo continuo tra paesaggio e ambiente costruito.

Per conoscere tutti i dettagli potete visitare il sito www.imaestridelpaesaggio.it/2018. Nell’immagine, una foto dell’edizione 2017.

Bergamo: torna l'appuntamento con i maestri del paesaggio
Bergamo: torna l'appuntamento con i maestri del paesaggio


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma