Bergamo: torna l'appuntamento con i maestri del paesaggio


Dal 6 al 23 settembre 2018 arriva una nuova edizione de ’I maestri del paesaggio’ a Bergamo: conferenze, seminari, mostre e workshop sul tema.

Dal 6 al 23 settembre 2018 torna l’appuntamento con “I maestri del paesaggio”, l’evento di fine estate che promuove la natura e bellezza a Bergamo con un programma ricco di conferenze, seminari, workshop, mostre, spettacoli, concorsi, degustazioni e laboratori tutti all’aria aperta.

Piazza Vecchia si trasformerà in un ampio e rigoglioso giardino di fiori ed erbe perenni, grazie all’iniziativa Green Square, mentre lo storico Teatro Sociale ospiterà, il 22 e 23 settembre, l’International Meeting of the Landscape and Garden, aperto a esperti e appassionati, che porrà particolare attenzione al mondo delle piante, alla loro importanza, varietà e specie, e che vedrà protagonisti Piet Oudolf, Filippo Pizzoni, Atelier Le Balto, Louis Benech, Winy Maas, Sandra Piesik e Bjarke Ingels.

In programma sono previsti anche il concorso fotografico Obiettivo sulla piazza verde e dintorni e una mostra dedicata ai giardini di Piet Oudolf legati al mondo dell’arte e all’innovazione botanica, con una serie di fotografie dell’autore. Al centro dell’edizione 2018 è Plant Landascape, uno sguardo sul mondo delle piante e del ruolo fondamentale che svolgono a favore del clima, del suolo e contro l’inquinamento, in un dialogo continuo tra paesaggio e ambiente costruito.

Per conoscere tutti i dettagli potete visitare il sito www.imaestridelpaesaggio.it/2018. Nell’immagine, una foto dell’edizione 2017.

Bergamo: torna l'appuntamento con i maestri del paesaggio
Bergamo: torna l'appuntamento con i maestri del paesaggio


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER