Invito a Palazzo: il 6 ottobre le banche aprono le loro sedi storiche e mostrano i loro tesori


Il 6 ottobre 2018 torna l’appuntamento con ’Invito a Palazzo’, l’evento durante il quale le banche aprono le loro sedi storiche mostrando al pubblico i loro tesori d’arte.

Si rinnova anche per quest’anno l’appuntamento con Invito a Palazzo, l’evento col quale le banche italiane aprono le loro sedi storiche mostrando i loro tesori d’arte al pubblico. L’edizione del 2018, la numero XVII dell’evento, si tiene sabato 6 ottobre dalle 10 alle 19, in tutte le regioni d’Italia. In tutte le banche e le fondazioni bancarie che aderiscono all’iniziativa l’ingresso sarà gratuito e il tutto sarà animato da mostre, laboratori e concerti, e i visitatori saranno accompagnati nel loro viaggio attraverso le banche da guide specializzate.

Saranno circa 100 i palazzi visitabili in cinquanta città italiane. Invito a Palazzo è organizzato da ABI - Associazione Bancaria Italiana, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito dell’evento, http://palazzi.abi.it (dove è presente anche l’elenco dei palazzi aperti, suddivisi per regione), oppure telefonare dal 1° ottobre dalle 10 alle 18 al numero 06 6767400, o ancora inviando una mail all’indirizzo invitoapalazzo@abi.it. Inoltre è possibile recarsi sulla pagina Facebook o sull’account Twitter di Invito a Palazzo.

Nell’immagine: Reggio Emilia, Palazzo Pratonieri, storica sede della Cassa di Risparmio di Reggio Emilia, fusasi nel 1999 con la Banca Popolare di Brescia originando il gruppo Bipop Carire (oggi incorporato da UniCredit).

Invito a Palazzo: il 6 ottobre le banche aprono le loro sedi storiche e mostrano i loro tesori
Invito a Palazzo: il 6 ottobre le banche aprono le loro sedi storiche e mostrano i loro tesori


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma