Un saggio svela i retroscena del mercato dei quadri a Venezia nel XVIII secolo


In uscita ’Io sono ’700’, libro di Federica Spadotto dedicato al mercato dei quadri a Venezia nel XVIII secolo. Presentazione il 14 aprile a Milano.

Dal Grand Tour ad oggi l’ammirazione verso artisti come Michele Marieschi, Canaletto e Francesco Guardi non ha conosciuto battute d’arresto. A costoro si deve infatti l’avvio e l’affermazione di uno tra i generi più amati del contesto figurativo europeo.

Ad illuminarci su alcuni scenari inediti, arriva il saggio di Federica Spadotto, nel quale, per la prima volta, l’attenzione critica si sposta dai grandi collezionisti alle dinamiche commerciali vere e proprie che coinvolgevano gli stessi artisti, oltre a intermediari, diplomatici ed i cosiddetti “bottegheri da quadri”. Questi ultimi, titolari di negozi/laboratori per la vendita di dipinti al dettaglio, decreteranno, insieme a figure come il Console Smith o John Strange -di cui è resa nota l’inedita corrispondenza con l’intendente veneziano Giovanni Maria Sasso-, le sorti degli artefici del paesaggio e della veduta. Tra aneddoti, riflessioni e documenti, i dipinti sfilano ad illustrare uno scenario dai risvolti inaspettati, dove luci e ombre del mercato lagunare divengono metafora del nostro tempo.

Il volume sarà presentato sabato 14 aprile 2018 alle ore 17:00 - The Westin Palace Milano, piazza della Repubblica, 20.

Io sono ‘700. L’anima di Venezia tra pittori, mercanti e bottegheri da quadri di Federica Spadotto, 250 pp., Cierre Grafica, Caselle di Sommacampagna, Verona, 2018, € 45,00

Articolo scritto da Fabrizio Dessie

Un saggio svela i retroscena del mercato dei quadri a Venezia nel XVIII secolo
Un saggio svela i retroscena del mercato dei quadri a Venezia nel XVIII secolo


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER