La mappa delle emozioni di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019


Un percorso espositivo interattivo e multisensoriale racconta le emozioni degli abitanti di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019.

Il 23 marzo 2019 verrà inaugurata ufficialmente la mostra Secretissima camera de lo core al terzo piano di Palazzo dell’Annunziata a Matera. La rassegna ha già registrato un notevole successo nei giorni 19 e 20 dicembre 2018, quando è stata aperta in via straordinaria l’anteprima.

Si tratta di un percorso espositivo interattivo e multisensoriale che racconta le emozioni di circa quattrocento abitanti di Matera tra i 10 e gli 80 anni e che porta i visitatori alla scoperta della città dei Sassi, Capitale Europea della Cultura 2019.
Ognuno ha ricevuto una scatola blu con una piantina della città e un foglio di carta velina su cui appuntare ricordi e sensazioni.
Giovani narratori e moderni cartografi guidati dallo scrittore Alessandro Baricco, dall’artista Stefano Faravelli e dalla danzatrice-coreografa Heike Hennig hanno poi elaborato un’inedita mappa sotto forma di percorso multisensoriale allestito dallo scenografo Paolo Baroni. Un percorso costituito da emozioni con diverse forme d’arte: poesia, narrativa, pittura, scultura, video-performances e danza.

La mostra è ideata dall’Associazione Teatro dei Sassi e coprodotta dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e rientra nel programma ufficiale di Matera 2019 per il tema Continuità e rotture.

Per info: www.matera-emozioni.it

Immagine: Matera Ph.Credit D.L.Pelusi

 

La mappa delle emozioni di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019
La mappa delle emozioni di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma