A Roma le Terme di Caracalla diventano “set” della Divina Commedia


Roma, fino al 2 settembre la Commedia di Dante è protagonista alle Terme di Caracalla grazie a un ciclo di letture critiche del poema dantesco.

La Soprintendenza Speciale di Roma dà vita a un’iniziativa che fonde storia e letteratura, accogliendo fino al 2 settembre La Commedia di Dante alle Terme di Caracalla. La voce di Franco Ricordi, interprete di una lettura critica dell’opera dantesca, sarà il filo conduttore attraverso i canti scelti dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso nella scenografia delle Terme di Caracalla.

Come spiega Ricordi: “Dante è per noi quello che Virgilio fu per lui: una vera ancora di salvezza, in modo particolare in questa situazione di grande smarrimento in cui ci troviamo, soprattutto nell’ambito della Cultura, del pensiero e delle arti dal vivo”.

Tutti i lunedì, martedì e mercoledì dal 20 luglio al 2 settembre alle ore 21 le Terme di Caracalla, illuminate per l’occasione, saranno così di volta in volta lo scenario dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria su www.coopculture.it (diritti di prenotazione 2 €). Nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid è necessario indossare le mascherine.

A Roma le Terme di Caracalla diventano “set” della Divina Commedia
A Roma le Terme di Caracalla diventano “set” della Divina Commedia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER