Al Museo Novecento di Firenze sfilano gli abiti ispirati all'arte di Ottone Rosai


Venerdì 31 maggio 2019 sfileranno al Museo Novecento di Firenze gli abiti ispirati all’arte di Rosai e realizzati dagli studenti del Liceo.

Venerdì 31 maggio 2019, presso il Museo Novecento di Firenze, si terrà un evento che coniuga l’arte alla moda: il Liceo Artistico Statale di Porta Romana, di cui Rosai fu allievo, ha creato una serie di abiti ispirandosi alle opere di Ottone Rosai (Firenze, 1895 – Ivrea, 1957), protagonista del Novecento italiano e fiorentino, presenti nel museo. Un progetto a cui docenti e studenti hanno lavorato tutto l’anno. Gli abiti saranno presentati venerdì sera nel chiostro della sede museale in una sfilata accompagnata da musiche e da letture di brani dell’artista. 

Così Ottone Rosai parlava della propria educazione: "Cattivo scolaro in tutte le scuole nell’ansia di conoscere gli uomini e il mondo. La strada, i borghi, la campagna mi sono stati maestri…L’evento della guerra mi rese uomo e artista […]  L’arte era sempre sopra di me a dominarmi. Niente presupposti teorici […]  semplicità, verità assolute. I miei modelli: uomini, paesi, oggetti […] L’arte è vita. Sofferenza, dolore, gioia, tutto insieme.” 

I vestiti sono stati realizzati artigianalmente con tecniche di manipolazione dei tessuti che consentono di muovere le superfici creando effetti materici e tridimensionali: le pennellate del pittore fiorentino sono diventate ispirazione per i materiali tessili e hanno preso forma grazie al percorso didattico che ha coinvolto circa venticinque ragazzi e ragazze. Un percorso di studio, progettazione e infine di creazione artigianale che omaggia l’arte di uno dei più importanti artisti fiorentini del secolo scorso.

Il risultato sarà mostrato nel chiostro del Museo Novecento di Firenze, dove verrà allestita una scenografia con grandi tele realizzate da altri venti studenti dello stesso Liceo, anch’esse ispirate alla pittura di Rosai, con l’accompagnamento di musiche di Claude Debussy, Arthur Honneger e Pasqualino Alessandro Polito eseguite da Donatella Cheri (flauto traverso) e di scritti dell’artista letti da Francesco Gori.

La collezione curata dal Liceo Artistico cerca di cogliere le suggestioni delle atmosfere sognanti dei dipinti di Rosai ed è frutto di un attento studio della gamma cromatica e del gusto per i suoi volumi.
Ogni abito prende il proprio nome da citazioni o dipinti dell’artista: Sempre vivo, Tocchi di blu, Il Carmine, Sopra i tetti, Tegole, Pennellate Santo Spirito, Grattacielo, Simili screzi, Tuo Ottone.

L’evento sarà organizzato in collaborazione con MUS.E

 

 

Al Museo Novecento di Firenze sfilano gli abiti ispirati all'arte di Ottone Rosai
Al Museo Novecento di Firenze sfilano gli abiti ispirati all'arte di Ottone Rosai


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER