TEFAF, rinviata anche l'edizione 2022 per timori legati al Covid


A Maastricht è stata rinviata l’edizione 2022 per timori legati al Covid. Inizialmente prevista per metà marzo, la fiera probabilmente slitterà: gli organizzatori stanno vagliando nuove date.

Alla fine è arrivata la conferma: la European Fine Art Foundation ha confermato nel tardo pomeriggio di ieri che l’edizione numero 35 di TEFAF Maastricht, originariamente prevista dal 12 al 20 marzo 2022, di sicuro slitterà. È stata infatti rinviata a causa delle crescenti preoccupazioni sulla instabilità globale causata da COVID-19. TEFAF sta valutando possibili altre date per posticipare TEFAF Maastricht nel corso del 2022. La decisione è stata presa dal Board of Trustees e dall’Executive Committee, composto da 13 galleristi a rappresentare gli interessi degli espositori della fiera e da 7 non galleristi.

“È stata una decisione difficile ma necessaria”, afferma Hidde van Seggelen, presidente di TEFAF, che ha spiegato che la scelta è stata “guidata da tre preoccupazioni principali: la prima è la natura imprevedibile del COVID-19; in secondo luogo, il significativo rischio finanziario sia per TEFAF che per i nostri espositori nel caso in cui la fiera venisse annullata prima di marzo; e terzo è, come sempre, la salute e la sicurezza della comunità TEFAF, dei nostri espositori, sponsor e partner. TEFAF è un riferimento globale sempre molto atteso per la comunità dell’arte mondiale e proprio per questo, stiamo verificando ogni possibile opzione per assicurare che la fiera si possa tenere nel 2022”.

TEFAF farà ulteriori annunci sulle nuove date non appena possibile. Piani per TEFAF New York, in programma dal 6 al 10 maggio 2022 rimangono inalterati.

La decisione era nell’aria da giorni e ha fatto molto discutere anche perché, lo scorso 4 dicembre, l’organizzazione ha inviato agli espositori una mail in cui i galleristi venivano avvisati che, in caso di cancellazione dopo il 15 dicembre, TEFAF avrebbe trattenuto fino a 7.500 euro di commissioni per coprire i costi già sostenuti (verranno eventualmente rimborsate solo somme che eccedono questa soglia), decisione che ha sollevato un’ondata di malcontento. TEFAF ha però spiegato che si tratta semplicemente della solita politica di cancellazione dell’evento, e la mail ha solo avuto carattere di promemoria.

TEFAF, fondata nel 1988 a Maastricht, Paesi Bassi, sta per “The European Fine Art Foundation”. È un’organizzazione senza scopo di lucro che sostiene l’expertise, la ricerca e la varietà all’interno della comunità artistica globale ed è molto rispettata per i suoi meticolosi standard di verifica delle opere. Le fiere annuali TEFAF si svolgono a Maastricht e New York. TEFAF si pone come guida esperta per i collezionisti privati e istituzionali del mercato globale dell’arte, ispirando appassionati e compratori di tutto il mondo. L’organizzazione è controllata da un Board of Trustees (BoT), composto da ventun membri appartenenti alla comunità dell’arte e dell’antiquariato - per la maggior parte espositori TEFAF - e guidata dal Comitato Esecutivo (CE), composto da sette membri scelti dal BoT.

Immagine: l’edizione 2018 di TEFAF

TEFAF, rinviata anche l'edizione 2022 per timori legati al Covid
TEFAF, rinviata anche l'edizione 2022 per timori legati al Covid


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE