Verona, a Palazzo Maffei un evento tutto dedicato a Emilio Vedova


A Palazzo Maffei a Verona un incontro speciale interamente dedicato a Emilio Vedova, con la proiezione del docufilm e la presentazione al pubblico di un grande Tondo entrato recentemente nella Collezione Carlon.

Sabato 5 novembre, al Teatrino di Palazzo Maffei - Casa Museo a Verona si terrà un incontro speciale, aperto al pubblico, interamente dedicato a Emilio Vedova (Venezia, 1919 – 2006) e al suo universo creativo, promosso in collaborazione con la Fondazione Emilio e Annabianca Vedova.

L’incontro, che terminerà con la proiezione del docufilm Emilio Vedova, dalla parte del naufragio, realizzato nel 2019 per il centenario dell’artista (con la partecipazione straordinaria di Toni Servillo), intende proporre un dialogo sull’artista tra Gabriella Belli, presidente del comitato scientifico di Palazzo Maffei Casa Museo, il Presidente della Fondazione Vedova Alfredo Bianchini e Tomaso Pessina, regista del film.

Veneziano, Vedova è stato tra i fondatori della “Nuova Secessione Italiana” poi denominata “Fronte Nuovo delle Arti”. Ha poi preso parte al “Gruppo degli Otto”, costituito da Lionello Venturi, al quale aderirono anche Afro, Santomaso e Turcato. Con la sua pittura gestuale, le esplosioni di pennellate contrastanti, i cicli pittorici dai titoli evocativi, la costante curiosità sulle possibilità espressive dei materiali e l’incessante ricerca, Vedova fu in grado di interpretare il malessere e le criticità della società, anticipando aspetti linguistici che furono al centro dell’interesse delle nuove generazioni artistiche. Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti, il premio per giovani pittori alla Biennale di San Paolo nel 1951, il Guggenheim International Award nel 1956, il premio per la pittura alla Biennale di Venezia nel 1960. Diversi i ruoli prestigiosi ricoperti, tra cui quello di direttore dell’Internationale Sommerakedemie a Salisburgo, le svariate conferenze nei campus degli Stati Uniti e l’attività di insegnamento presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Ha infine ricevuto le onorificenze di “Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana per meriti culturali” e la “Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte”.

Nel percorso di Palazzo Maffei, accanto all’importante opera di Vedova appartenente alla serie Ciclo’60 (B.8), si aggiunge ora un altro capolavoro dell’artista entrato recentemente nella Collezione Carlon. Si tratta uno dei grandi Tondi (Tondo ’85-3) realizzati tra il 1985 e il 1987, testimonianza di un momento cruciale nel suo complesso percorso artistico, poiché impegnato per alcuni anni in una sorta di sfida verso la figura archetipa del cerchio: simbolo di perfezione contrapposto alla visione di un universo lacerato, asimmetrico e in transito.

Immagine: Emilio Vedova al lavoro (1985; Venezia). Foto di Paolo Mussat Sartor

Verona, a Palazzo Maffei un evento tutto dedicato a Emilio Vedova
Verona, a Palazzo Maffei un evento tutto dedicato a Emilio Vedova


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Sotto gli splendidi affreschi di Palazzo Medici Riccardi concerti online tra arte e musica
Sotto gli splendidi affreschi di Palazzo Medici Riccardi concerti online tra arte e musica
Un documentario mostra in anteprima la grande rassegna della Reggia di Venaria dedicata alla sfida al Barocco
Un documentario mostra in anteprima la grande rassegna della Reggia di Venaria dedicata alla sfida al Barocco
Venezia, Art Night 2022: ingresso gratuito all'esposizione interattiva delle Procuratie Vecchie
Venezia, Art Night 2022: ingresso gratuito all'esposizione interattiva delle Procuratie Vecchie
In arrivo il primo Milano Graphic Festival dedicato al graphic design e all'illustrazione
In arrivo il primo Milano Graphic Festival dedicato al graphic design e all'illustrazione
Il 2020 di Finestre sull'Arte on paper riparte da Federico Barocci, protagonista del nuovo numero del nostro cartaceo
Il 2020 di Finestre sull'Arte on paper riparte da Federico Barocci, protagonista del nuovo numero del nostro cartaceo
L'Aquila, Todi e Venezia omaggiano Beverly Pepper con un festival dedicato
L'Aquila, Todi e Venezia omaggiano Beverly Pepper con un festival dedicato