Alla Galleria dell'Accademia di Firenze aumentano i visitatori durante le aperture serali


Durante le aperture straordinarie serali la Galleria dell’Accademia di Firenze ha registrato un aumento di visitatori nei mesi di giugno e luglio.

Soddisfatta il direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze Cecilie Hollberg: nei mesi di giugno e luglio 2018 la percentuale degli ingressi durante l’orario di apertura serale, in particolare il giovedì, è aumentata del 56% nel mese di giugno e del 26% nel mese di luglio rispetto al 2017.

Cecilie Hollberg ha affermato: "Il successo delle aperture straordinarie serali dimostra che tenere aperto il museo fino alle ore 22 offre la possibilità al pubblico di scegliere i momenti della giornata meno affollati. Tale incremento ci fa molto piacere, inoltre, perché ha permesso di raggiugere i nostri obiettivi e cioè di spalmare il numero dei visitatori in un arco temporale più ampio e favorire la fruizione del nostro patrimonio culturale ai fiorentini e a chi ha difficoltà a visitare il museo durante il regolare orario di apertura”.

Le aperture straordinarie serali nei giorni martedì e giovedì continueranno anche nei mesi di agosto e settembre.

Per info: www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it

Immagine: la tribuna del David alla Galleria dell’Accademia di Firenze. Ph. Credit Finestre sull’Arte.

Alla Galleria dell'Accademia di Firenze aumentano i visitatori durante le aperture serali
Alla Galleria dell'Accademia di Firenze aumentano i visitatori durante le aperture serali


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE







Login abbonamento online


Password dimenticata

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili