L'edizione 2019 di Arte Fiera sarà all'insegna del totale rinnovamento. Ecco alcune anticipazioni


L’edizione numero 43 di Arte Fiera a Bologna si terrà nel capoluogo emiliano dal 1° al 4 febbraio 2019, come sempre nei padiglioni di Bologna Fiere, e sono diverse le novità di quest’anno, a cominciare dal cambio alla direzione: per il 2019, infatti, la fiera sarà diretta per la prima volta da Simone Menegoi, che ha già dichiarato cosa dovremo aspettarci da Arte Fiera 2019: “Con l’edizione 2019”, afferma Menegoi, “Arte Fiera intraprende un percorso di rinnovamento su tutti i fronti, dall’immagine grafica al public program”. E ha aggiunto che “è una fiera che fa della propria italianità un punto di forza, ma con uno standard di qualità internazionale; che sfrutta la propria forza sul moderno e l’arte postbellica, ma guarda alle tendenze contemporanee; che rafforza il suo legame con Bologna e la sua regione”.

La prima novità importante riguarda i criteri di partecipazione per le fiere: le gallerie, infatti (a questo link trovate l’elenco completo), sono state invitate a presentare una scelta ristretta di artisti (non più di tre per gli stand piccoli e medi, fino a un massimo di sei per gli stand più grandi), e sono stati inoltre fortemente incentivati gli stand monografici. Il senso della scelta di Arte Fiera 2019 risiede nel privilegiare l’approfondimento e la specializzazione, incoraggiando i galleristi a presentare progetti ambiziosi e dal taglio curatoriale. La risposta degli espositori è stata peraltro pienamente positiva: si consideri che circa un terzo delle gallerie partecipanti presenteranno degli stand monografici, che spaziano dal Moderno agli artisti emergenti. Per sostenere questa linea, ci sarà anche una campagna di inviti rivolta a collezionisti di alto profilo, e ci saranno anche iniziative riservate ai “VIP”. Per l’edizione 2019 sono previsti sei premi: Premio Medionalum per la Pittura, Premio Arte e Progetto Jacobacci & Partners, Premio per la Fotogragia Annamaria e Antonio Maccaferri, Premio #ContemporaryYoung, Premio ANGAMC, Premio Rotary Bologna Valle del Samoggia.

E ancora, la direzione artistica di Simone Menegoi porta ad Arte Fiera, oltre a una selezione accurata di gallerie nella Main Section e nella sezione Fotografia e Immagini in movimento, cinque grandi progetti. Il primo, nel padiglione 26, mette in mostra le gemme artistiche del territorio: la mostra Solo figura e sfondo, a cura di Davide Ferri, riunisce per la prima volta opere dalle collezioni istituzionali, pubbliche e private, di Bologna e della Regione Emilia Romagna. Si tratta del primo episodio di un ciclo che prenderà il titolo complessivo di Courtesy Emilia Romagna. Il secondo s’intitola Oplà. Performing activities (a cura di Silvia Fanti) ed è un programma di azioni che si svolgono in fiera, ai suoi margini e nella città, e comprende lavori di artisti italiani dal profilo internazionale: Alex Cecchetti, Cristian Chironi, Cesare Pietroiusti e Nico Vascellari. Il terzo progetto è dedicato al ruolo formativo dell’arte per i ragazzi: per la prima volta saranno allestiti ad Arte Fiera i laboratori didattici “micro//macro” legati al tema “Arte e Scienza” dell’Opificio Golinelli. Il quarto progetto è un programma di talk affidato alla rivista Flash Art, che diventa “content partner” a tutto tondo di Arte Fiera. Le conversazioni si concentreranno sull’arte in Italia oggi, sui suoi legami con il passato, sulle sue prospettive per il futuro. Il quinto progetto, infine, è il primo ad accogliere i visitatori: l’area di ingresso, il Centro Servizi, ospiterà una lounge creata dall’artista Flavio Favelli e dedicata a tutto il pubblico di Arte Fiera.

Per quanto riguarda le sezioni, saranno solo due, come anticipato sopra: la Main Section, che spazia dal Moderno all’arte postbellica (gli storici punti di forza di Arte Fiera) fino ad arrivare alle ricerche contemporanee. La sezione Fotografia e Immagini in movimento è stata completamente rinnovata nei contenuti ed è affidata alla direzione artistica di FANTOM, piattaforma curatoriale nata tra Milano e New York nel 2009, rappresentata da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani e Francesco Zanot.

Infine, non mancherà il programma ART CITY Bologna che dal 1° al 3 febbraio, come ogni anno, porta l’arte contemporanea in tutta la città. ART CITY Bologna arriva quest’anno alla settima edizione ed è un palinsesto istituzionale di mostre, eventi e iniziative speciali promosso dal Comune di Bologna, in collaborazione con BolognaFiere. Coordinato dall’Area Arte Moderna e contemporanea dell’Istituzione Bologna Musei, per il secondo anno consecutivo ART CITY Bologna si svolge sotto la guida di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, con l’obiettivo di articolare una programmazione culturale di alto profilo in affiancamento alla manifestazione fieristica. La principale novità di questa edizione di ART CITY Bologna sarà la durata più ampia. Il nucleo dei tre giorni del weekend si dilata, infatti, in una vera e propria art week che, a partire dal 25 gennaio, traccerà un calendario di avvicinamento all’apertura di Arte Fiera in programma il 1 febbraio. Nel segno della continuità, viene confermato il format sperimentato lo scorso anno con successo, con un main program articolato in un evento speciale e una serie di progetti curatoriali (tra mostre, installazioni e performance) che presentano le più varie espressioni delle pratiche artistiche contemporanee. La configurazione di ART CITY Bologna prevede, inoltre, la sezione ART CITY Segnala, in cui rientrano oltre 70 eventi selezionati da una commissione composta dai direttori artistici di ART CITY Bologna e Arte Fiera, oltre a un rappresentante del Dipartimento Cultura e Promozione della Città del Comune di Bologna. Inoltre, torna ad esplorare le molte possibili relazioni, connessioni, sovrapposizioni tra arte e cinema la sezione ART CITY Cinema, con la programmazione di proiezioni cinematografiche al Cinema Lumière a cura della Fondazione Cineteca di Bologna. Infine, non mancherà uno degli appuntamenti più attesi con la ART CITY White Night: sabato 2 febbraio apertura straordinaria fino alle ore 24 in numerose sedi del circuito ART CITY Bologna, oltre che in gallerie, spazi espositivi indipendenti, palazzi storici e negozi. Il programma completo sarà disponibile da metà gennaio su www.artcity.bologna.it.

Arte Fiera apre da venerdì 1 a domenica 3 febbraio dalle 11 alle 19, lunedì 4 febbraio dalle 11 alle 17. Per tutte le info visitare il sito www.artefiera.it, o i canali social: pagina Facebook, profilo Twitter, account Instagram e canale YouTube. Hashtag ufficiale: #artefiera.

L'edizione 2019 di Arte Fiera sarà all'insegna del totale rinnovamento. Ecco alcune anticipazioni
L'edizione 2019 di Arte Fiera sarà all'insegna del totale rinnovamento. Ecco alcune anticipazioni

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!








Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Barocco     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili