Firenze, in corso il restauro del Putto col delfino di Verrocchio


Sono in corso i lavori di restauro del Putto col delfino, la scultura bronzea con ruolo di fontana realizzata attorno al 1470-1475 da Andrea del Verrocchio (Firenze, 1435 - Venezia, 1488) su commissione di Lorenzo de’ Medici prima per la villa di Careggi e oggi esposto a Palazzo Vecchio, dove venne trasferito nel 1557 per volere di Cosimo I de’ Medici. Il restauro, iniziato lo scorso ottobre, è stato avviato proprio in occasione di una nuova mostra dedicata al suo autore dal titolo Verrocchio, maestro di Leonardo che aprirà dal 9 marzo al 14 luglio a Palazzo Strozzi, dove verrà esposto a lavori ultimati.

Il restauro è sostenuto da Fondazione non profit Friends of Florence ed è stato affidato a Nicola Salvioli sotto la direzione di Serena Pini, curatrice del Museo di Palazzo Vecchio, e sotto l’alta sorveglianza di Jennifer Celani, funzionario per la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze e le provincie di Pistoia e Prato.

Il restauro è il primo intervento scientifico-conservativo che interessa il Putto con delfino, che si presenta con una superficie offuscata da materiali residui di precedenti interventi di manutenzione e segni di antichi e vecchi restauri, alcuni dei quali compiuti con tecniche e sostanze aggressive. Al di sotto di questi, nonostante i pregressi interventi, si trovavano ancora residui di calcare, memoria dell’acqua che per lungo tempo è fluita sulle superfici dell’opera.

L’intervento consiste innanzitutto in una pulitura rispettosa e delicata con soluzioni acquose, alternate a specifici solventi, in modo da riportare in vista la superficie originale della statua bronzea. Si passa poi a una valutazione del reale stato di conservazione  e l’entità dei danni causati nel tempo dall’uso e dall’esposizione e quindi indirizzare l’intervento verso la risoluzione delle impellenti problematiche di corrosione che alterano la patina metallica. Infine si effettueranno dei trattamenti che consisteranno invece in una leggera armonizzazione cromatica delle superfici e nell’applicazione di sostanze protettive per il bronzo.

L’intervento, che sarà visibile al pubblico all’interno del percorso museale di Palazzo Vecchio, interessa sia l’esterno che l’interno dell’opera. Una ricca campagna di indagini diagnostiche non invasive fornirà una importante raccolta di informazioni. Il tutto sarà documentato da una campagna fotografica e la registrazione video di alcune operazioni per mezzo di riprese endoscopiche, immagini al microscopio, scansioni 3D e relative mappature grafiche.

Nella foto: Verrocchio, Putto col delfino (1470-1475 circa; bronzo, 70,3 × 50,5 × 35 cm; Firenze, Musei Civici Fiorentini – Museo di Palazzo Vecchio). Ph. Credit Musei Civici Fiorentini

Firenze, in corso il restauro del Putto col delfino di Verrocchio
Firenze, in corso il restauro del Putto col delfino di Verrocchio

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili