Venezia avrà un quartiere tutto dedicato all'arte: il Giudecca Art District, che apre tra pochi giorni


L’edizione 2019 della Biennale di Venezia porterà una novità di rilievo in città: l’apertura di un quartiere d’arte permanente, il primo del capoluogo lagunare. Si tratta di Giudecca Art District, spazio che verrà inaugurato proprio in occasione dell’edizione numero 58 della Biennale e comprenderà undici gallerie (tra le quali GAD Project Rooms 1 e 2, Oficine 800, Spazio Raunich, Galleria Sant’Eufemia) e uno spazio espositivo, la Giudecca Art District Gallery. Ci saranno venti mostre temporanee che porteranno nel distretto sessanta artisti da trenta paesi di tutto il mondo.

Giudecca Art District è stato fondato da Pier Paolo Scelsi e Valentina Gioia Levy, che hanno pensato di situare il fulcro del nuovo distretto artistico nell’ex cantiere navale della Giudecca, dove sono ancora in attività studi di artisti e di artigiani: il nuovo spazio collaborerà infatti con gallerie e spazi che trovano già accoglienza nell’isola della Giudecca, e sono già all’attivo partnership e collaborazioni, mentre nuovi progetti saranno annunciati a breve. La Giudecca ha sempre avuto una vocazione artistica, e negli ultimi anni è stata uno dei centri nevralgici dell’arte contemporanea a Venezia in quanto sede di mostre e progetti non solo nell’ambito della Biennale (si ricordano, in particolare, la prima performance di Marina Abramović nel 1976, una sua mostra al Zuecca Project Space nel 2017 e la mostra Disposition di Ai Weiwei che fu organizzata durante la Biennale del 2013).

Il nuovo distretto dell’arte comincia le sue attività con l’installazione Body as home di Aleksandra Karpowicz e dell’October! Collective, che sarà uno dei progetti principali del nuovo quartiere artistico. Curata da Miguel Mallol, Body as Home è una video istallazione a trittico presentata su tre schermi, che narra un viaggio di scoperta, ricerca di identità, migrazione, ed esplorazione dell’idea di casa. Filmato in quattro città (Città del Capo, Londra, New York, Varsavia), Body as Home presenta tre protagonisti per ciascuna di esse: un residente, un visitatore, e la regista Karpowicz, in un’indagine del concetto di “casa”, inteso come posizione geografica, ruolo della persona all’interno del tessuto sociale, e identità persnale di ciascuno. Il video analizza la sovrapposizione tra l’indivdualità fisica e la sensazione di essere “a casa”. Body as Home prende in esame la relazione tra fisicità, sessualità e identità, in un invito collettivo a sentirsi “a casa” nel proprio corpo.

Altro progetto che si aprirà col lancio di Giudecca Art District sarà Take Care of Your Garden, una serie di progetti curatoriali, performance, talk, video proiezioni e installazioni, in collaborazione con gli spazi e i partner che fanno parte del network GAD. Oltre a Body as Home, parte del progamma saranno anche Tu vs Everybody, un progetto che presenta interventi di artisti italiani a cura del network VILLAM; Time Machine, un’istallazione dell’artista norvegese Pia MYrvoLD; We are Humanity degli statunitensi Lilli Muller e Randi Matushevitz; There Are No Titans del siriano Waseem Marzouki e degli americani Gip Depio e Tanner Goldbeck; Biomatter Unfixed presentata da Unbore, un’organizzazione no-profit che esamina l’intersezione tra arte, scienza, e tecnologia; Asia Meets Europe, una mostra collettiva organizzata dalla Kunsthalle di Hannover e dalla Biennale di Poznan. Altri progetti indipendenti comprendono Te Veo, Me Veo alla Chiesa delle Zitelle, dell’artista dominicana Lidia Léon; Force Field a Oficine 800, una mostra collettiva di artisti polacchi emergenti; le mostre Recursions – Mutations e After J.M.W. Turner 1834 – 2019, organizzate dalla veronese Studio la Città Gallery. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito del Giudecca Art District.

Venezia avrà un quartiere tutto dedicato all'arte: il Giudecca Art District, che apre tra pochi giorni
Venezia avrà un quartiere tutto dedicato all'arte: il Giudecca Art District, che apre tra pochi giorni

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Barocco     Quattrocento     Genova     Toscana    

Strumenti utili