Straordinaria scoperta a Roma: nella chiesa di Sant'Alessio rinvenuto affresco medievale in ottimo stato di conservazione


Nella chiesa di Sant’Alessio all’Aventino, a Roma, è stato riportato alla luce un grande affresco medievale che raffigura il santo insieme al Cristo pellegrino. Quest’ultimo indossa un mantello color porpora sulle vesti tipiche di un pellegrino e con la mano sinistra indica Cristo che si trova accanto a lui. 

L’affresco è in ottimo stato di conservazione, nonostante sia stato nascosto da un muro per quasi novecento anni. A compiere questa straordinaria scoperta, partendo da un antico documento e dandone notizia al grande pubblico dopo quasi un quindicennio di studi, è stata la storica dell’arte Claudia Viggiani, che ha dichiarato all’Ansa: “Un ritrovamento assolutamente eccezionale anche per l’iconografia rarissima dei due personaggi che si riconoscono nella parte del dipinto al momento visibile, con tutta probabilità proprio sant’Alessio e il Cristo pellegrino”. 

La restauratrice Susanna Sarmati ha provveduto a mettere in sicurezza la ritrovata opera con progetto finanziato dalla Soprintendenza speciale di Roma guidata da Francesco Prosperetti. L’affresco, che risalirebbe alla metà del XII secolo, è stato realizzato su sfondo nero e appare all’interno di una cornice policroma di “eccezionale raffinatezza e dai colori ancora incredibilmente intatti. In nessun affresco medievale si è mai vista una cornice così ben conservata”, ha aggiunto la restauratrice. 

Temporaneamente l’opera misura 90 centimetri di larghezza e oltre 4 metri di altezza, ma nascosta nel muro c’è un’altra parte di affresco che la storica dell’arte desidera riportare alla luce, poiché ci si aspetta ancora sorprese. Originariamente, l’opera si trovava sulla controfacciata della chiesa: “Chi ristrutturò la chiesa nei secoli successivi murando la controfacciata fece comunque attenzione a proteggere l’affresco” ha affermato la Sarmati. 

Aggiornamento: Subito dopo la notizia della scoperta è arrivata però la polemica, dal momento che la Soprintendenza speciale di Roma ha criticato Claudia Viggiani (che aveva scoperto l’opera già nel 2005) per il modo in cui è stato presentato alla stampa un affresco già noto in ambito scientifico. Clicca qui per leggere un approfondimento sulla vicenda.

Fonte e immagine: Ansa

Straordinaria scoperta a Roma: nella chiesa di Sant'Alessio rinvenuto affresco medievale in ottimo stato di conservazione
Straordinaria scoperta a Roma: nella chiesa di Sant'Alessio rinvenuto affresco medievale in ottimo stato di conservazione

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili