Tra action painting e avanguardia polacca, a Siena la mostra di Olga Niescier


La Galleria Cesare Olmastroni di Palazzo Patrizi a Siena ospita dal 12 luglio al 4 agosto 2019 la mostra Structura Naturalis di Olga Niescier (Bialystok, 1978). 

La rassegna rientra nell’ambito di ArteSiena e propne una raccolta di opere della pittrice polacca realizzate tra il 2013 e il 2016. I suoi dipinti sono trame dense di colore su più strati: il colore, come un action painting, viene scolpito, inciso, rovesciato e schizzato sulla tela, ma anche mescolato a inchiostri, pastelli, pigmenti di polvere e di oli o erbe essiccate. Ne risultano opere tridimensionali dalle sfumature vibranti su tele di fibra di iuta vegetali: vere creature artistiche in cui centrale è il rapporto con Madre Natura con i suoi ritmi, i suoi micro-universi.

Introduce inoltre nelle sue opere un aspetto spirituale che si basa sulla filosofia della pittura paesaggistica storica asiatica, sul mondo Zen. Anche se la sua arte è molto influenzata dalle avanguardie polacche tra le due guerre, in particolare dalla produzione artistica di Wladyslaw Strzeminski, artista considerato padre della teoria dell’Unismo, fondata sull’idea dell’unità e dell’omogeneità di tutti gli elementi della composizione caratterizzati da una riduzione cromatica e da superfici vibranti. 

Orari: Tutti i giorni dalle 15.30 alle 18.30. 

Ingresso gratuito.

 

Tra action painting e avanguardia polacca, a Siena la mostra di Olga Niescier
Tra action painting e avanguardia polacca, a Siena la mostra di Olga Niescier

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili