Deana Lawson vince Hugo Boss Prize 2020: per la prima volta una fotografa


I tableaux intimistici di Deana Lawson vincono l’Hugo Boss Prize 2020. Per la prima volta premiata la fotografia. 

Deana Lawson (Rochester, New York, 1979), fotografa americana che realizza veri tableaux intimistici, è la vincitrice dell’Hugo Boss Prize 2020. Selezionata da una giuria di critici e curatori internazionale, l’artista riceverà in premio 100mila dollari e una personale al Solomon R. Guggenheim Museum di New York che si terrà nella primavera 2021. 

“Lawson è la prima artista fotografa a ottenere questo riconoscimento; il suo contributo al panorama culturale è indelebile” ha dichiarato Richard Armstrong, direttore della sede museale americana. 

Nelle motivazioni si legge che “l’artista offre nuovi modi di vedere e d’immaginare”. E ancora, "Lawson unisce brillantemente il documentario, il vernacolo e la fotografia concettuale per creare indelebili tableaux della vita quotidiana dei neri. Immagini di famiglia, amicizia e amore inscenate e coreografate, in cui i soggetti si trovano in ambienti esteticamente ricchi anche se si muovono in un altrove etereo. Un’impresa abile e notevole. Nelle sue opere utilizza strategie formali e concettuali che occuperanno il pubblico e gli studiosi delle generazioni a venire". 

Immagine: Deana Lawson, Capo (2019) Photo Credit Deana Lawson. Courtesy Sikkema Jenkins e David Kordansky Gallery. 

Deana Lawson vince Hugo Boss Prize 2020: per la prima volta una fotografa
Deana Lawson vince Hugo Boss Prize 2020: per la prima volta una fotografa


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma