Deana Lawson vince Hugo Boss Prize 2020: per la prima volta una fotografa


I tableaux intimistici di Deana Lawson vincono l’Hugo Boss Prize 2020. Per la prima volta premiata la fotografia. 

Deana Lawson (Rochester, New York, 1979), fotografa americana che realizza veri tableaux intimistici, è la vincitrice dell’Hugo Boss Prize 2020. Selezionata da una giuria di critici e curatori internazionale, l’artista riceverà in premio 100mila dollari e una personale al Solomon R. Guggenheim Museum di New York che si terrà nella primavera 2021. 

“Lawson è la prima artista fotografa a ottenere questo riconoscimento; il suo contributo al panorama culturale è indelebile” ha dichiarato Richard Armstrong, direttore della sede museale americana. 

Nelle motivazioni si legge che “l’artista offre nuovi modi di vedere e d’immaginare”. E ancora, "Lawson unisce brillantemente il documentario, il vernacolo e la fotografia concettuale per creare indelebili tableaux della vita quotidiana dei neri. Immagini di famiglia, amicizia e amore inscenate e coreografate, in cui i soggetti si trovano in ambienti esteticamente ricchi anche se si muovono in un altrove etereo. Un’impresa abile e notevole. Nelle sue opere utilizza strategie formali e concettuali che occuperanno il pubblico e gli studiosi delle generazioni a venire". 

Immagine: Deana Lawson, Capo (2019) Photo Credit Deana Lawson. Courtesy Sikkema Jenkins e David Kordansky Gallery. 

Deana Lawson vince Hugo Boss Prize 2020: per la prima volta una fotografa
Deana Lawson vince Hugo Boss Prize 2020: per la prima volta una fotografa


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma