Com'è il ritratto fotografico dell'epoca Covid? Carlotta Domenici De Luca se lo immagina così


Com’è il ritratto fotografico in epoca Covid? La fotografa romana Carlotta Domenici De Luca lo immagina così: macchina fotografica e videochiamata.

Com’è il ritratto fotografico dell’epoca Covid-19? La fotografa romana Carlotta Domenici De Luca (Roma, 1977) se l’è immaginata col progetto #iorestoincam, che esplora il tema del ritratto durante la pandemia. Con l’ausilio della sua Nikon D750 (la Nikon è partner del progetto), di un computer e di una connessione per videochiamare, l’artista ha iniziato a scattare ritratti con l’inizio del lockdown e il suo #iorestoincam terminerà a marzo 2021, esattamente un anno dopo. Sono, sostanzialmente, ritratti eseguiti con la macchina in videochiamata.

Il primo ad essere ripreso è stato suo padre, seduto in videochiamata mentre la guardava, e in sottofondo scorreva la voce dei bollettini medici e delle notizie sull’andamento della situazione epidemiologica. Lo sguardo del padre, ha spiegato l’artista, le donava tranquillità e così, quasi per gioco, Carlotta gli ha scattato una fotografia. Osservando il ritratto di suo padre ripreso in un modo così nuovo, così diverso ma così sintonico con il periodo che si stava vivendo, l’artista si è resa conto che poteva raccontare la storia di questo periodo che nessuno si aspettava e che ha cambiato radicalmente il modo di vivere di tutti.

Carlotta Domenici De Luca ha iniziato così a coinvolgere amici e con il passaparola #iorestoincam è arrivato in ogni angolo del mondo, anche a moltissimi sconosciuti; alle persone piace questo progetto perché è prima di tutto un lavoro di squadra e perché è un modo per affermare la propria esistenza. La rete si è rivelata una finestra su infiniti scenari, situazioni e persone, e ha fatto il resto.

“Ad oggi”, afferma la fotografa, “ho realizzato 750 scatti (come la mia Nikon D750!) e ritratto 900 persone, alcuni amici ma la maggior parte sconosciuti”. La fotografa ha creato così un ponte tra le persone che stanno condividendo questa esperienza, e ne risulterà un libro che rappresenterà un pezzo di storia, la storia di chi ha vissuto questa pandemia, un modo per esorcizzare la solitudine, per ricordare che si tornerà presto a vivere e a incontrarsi di persona.

Il progetto è ancora aperto: chi volesse farsi ritrarre ha tempo fino al 9 marzo 2021 e può chiedere a Carlotta di realizzare il proprio ritratto per entrare a far parte di questo grande puzzle, una sorta di grande famiglia digitale, ricca di sfumature e individualità. Sarà sufficiente scrivere a foto@carlottadomenicideluca.it. È possibile seguire il progetto sul sito www.iorestoincam.it oppure sui canali social Facebook (https://www.facebook.com/carlotta.ddeluca) e Instagram (https://www.instagram.com/carlottaddl/).

Com'è il ritratto fotografico dell'epoca Covid? Carlotta Domenici De Luca se lo immagina così
Com'è il ritratto fotografico dell'epoca Covid? Carlotta Domenici De Luca se lo immagina così


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma