Lo scatto vincitore del SIPA 2021 fa il giro del mondo: aperta raccolta fondi per aiutare la famiglia della foto


Il Siena Awards ha avviato una raccolta fondi per aiutare la famiglia di Munzir e Mustafa, padre e figlio protagonisti dello scatto vincitore assoluto del SIPA 2021, mutilati a causa della guerra in Siria. 

Vincitore assoluto del SIPA 2021, Siena International Photo Awards, è stato lo scatto che in poche ore ha fatto il giro del mondo per la sua forte carica emotiva: si tratta di Hardship of Life del fotografo turco Mehmet Aslan che ritrae l’abbraccio tra Munzir e Mustafa, padre e figlio mutilati a causa della guerra in Siria

Il Siena Awards ha avviato una raccolta fondi per aiutare i due protagonisti della foto vincitrice. L’obiettivo della raccolta fondi è provare a cambiare la vita di Munzir e Mustafa, per dare loro un futuro e per riaccendere i riflettori sul dramma internazionale della Siria. Munzir ha perso la gamba destra a causa di una bomba caduta mentre stava passeggiando in un bazar di Idlib, in Siria, mentre suo figlio Mustafa è nato senza gli arti inferiori e superiori a seguito della tetramelia, una malformazione causata dall’assunzione di farmaci da parte della madre Zeynep colpita, durante la guerra in Siria, anche dal gas nervino. Mustafa avrà bisogno in futuro di protesi elettroniche che, al momento, non sono ancora disponibili in Turchia.

L’eventuale overfunding verrà devoluto a Medici Senza Frontiere e sarà finalizzato a un programma di riabilitazione e sostegno di persone che hanno subito amputazioni a causa della guerra in Siria.

“Tutti insieme possiamo provare a realizzare un sogno che è partito dalla forza della fotografia”, afferma Luca Venturi, direttore artistico del Siena Awards. "Con questa raccolta fondi, che abbiamo fortemente voluto dopo la grande onda emotiva generata dalla foto vincitrice del SIPA 2021, vogliamo unire le forze, in ogni parte del mondo, per aiutare concretamente la famiglia di Munzir e Mustafa a realizzare le protesi, supportandola anche economicamente al fine di migliorare le loro condizioni di vita. Contiamo di andare oltre e di poter aiutare anche Medici Senza Frontiere per dare un piccolo contributo a tante persone mutilate dal conflitto".

La raccolta fondi è stata aperta sulla piattaforma GoFundMe e per contribuire è possibile cliccare sul link https://www.gofundme.com/f/can-a-photo-make-a-difference

Lo scatto vincitore del SIPA 2021 fa il giro del mondo: aperta raccolta fondi per aiutare la famiglia della foto
Lo scatto vincitore del SIPA 2021 fa il giro del mondo: aperta raccolta fondi per aiutare la famiglia della foto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Come si restaura una fotografia? La Reggia di Caserta lo svela col restauro aperto di uno scatto di Mapplethorpe
Come si restaura una fotografia? La Reggia di Caserta lo svela col restauro aperto di uno scatto di Mapplethorpe
Non chiamatemi maestro: a Milano cinquanta scatti iconici di Ferdinando Scianna
Non chiamatemi maestro: a Milano cinquanta scatti iconici di Ferdinando Scianna
Disponibile gratuitamente solo per oggi il film documentario su Robert Frank
Disponibile gratuitamente solo per oggi il film documentario su Robert Frank
Com'è il ritratto fotografico dell'epoca Covid? Carlotta Domenici De Luca se lo immagina così
Com'è il ritratto fotografico dell'epoca Covid? Carlotta Domenici De Luca se lo immagina così
Come si vive dopo aver fatto coming out: ecco il progetto “Fags” di Jacopo Benassi
Come si vive dopo aver fatto coming out: ecco il progetto “Fags” di Jacopo Benassi
Senigallia dedica una mostra a Julia Margaret Cameron, prima fotografa ammessa alla Royal Photographic Society
Senigallia dedica una mostra a Julia Margaret Cameron, prima fotografa ammessa alla Royal Photographic Society