Concorsone funzionari amministrativi, posticipati i termini per malfunzionamento del sistema


C’è una proroga di dieci giorni per il concorsone dei funzionari amministrativi della pubblica amministrazione, 250 dei quali andranno a rimpinguare l’organico del Ministero dei Beni Culturali. La causa? Un malfunzionamento del sistema informatico per l’acquisizione delle domande di partecipazione.

La nuova scadenza è fissata dunque al 25 luglio. Tutto il resto rimane com’era: la domanda di ammissione può essere presentata solo per via telematica attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo https://www.ripam.cloud, entro le 23 del 25 luglio. Ovviamente rimangono fermi i requisiti d’ammissione e la quota di 10 euro da versare per poter partecipare.

Concorsone funzionari amministrativi, posticipati i termini per malfunzionamento del sistema
Concorsone funzionari amministrativi, posticipati i termini per malfunzionamento del sistema


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER