Concorsone funzionari amministrativi, posticipati i termini per malfunzionamento del sistema


C’è una proroga di dieci giorni per il concorsone dei funzionari amministrativi della pubblica amministrazione, 250 dei quali andranno a rimpinguare l’organico del Ministero dei Beni Culturali. La causa? Un malfunzionamento del sistema informatico per l’acquisizione delle domande di partecipazione.

La nuova scadenza è fissata dunque al 25 luglio. Tutto il resto rimane com’era: la domanda di ammissione può essere presentata solo per via telematica attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo https://www.ripam.cloud, entro le 23 del 25 luglio. Ovviamente rimangono fermi i requisiti d’ammissione e la quota di 10 euro da versare per poter partecipare.

Concorsone funzionari amministrativi, posticipati i termini per malfunzionamento del sistema
Concorsone funzionari amministrativi, posticipati i termini per malfunzionamento del sistema


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma