A un anno dalla scomparsa, la prima mostra tributo a Philippe Daverio, narratore d'arte


Ad Angera (Varese) arriva la prima mostra tributo a Philippe Daverio, a un anno dalla sua scomparsa.

Al Kapannone dei Libri di Angera (Varese) sarà inaugurata il 10 settembre 2021 alle ore 18, la prima mostra tributo a Philippe Daverio, a un anno dalla sua scomparsa, a cura di Andrea Kerbaker. Saranno presenti anche la moglie Elena e il figlio Sebastiano, l’antiquario Carlo Orsi e l’editore Massimo Vitta Zelman. Al pubblico sarà visitabile dal 13 settembre al 29 ottobre 2021, dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19, con ingresso gratuito senza prenotazione.

La mostra, dal titolo Philippe Daverio narratore d’arte, nasce e si ispira all’innata capacità che il famoso critico aveva di raccontare l’arte, con una voce e uno stile inconfondibili. 

La sua vita dedicata alla divulgazione ha lasciato il segno in una grande varietà di libri da lui scritti e a lui dedicati: da questi si sviluppa la mostra, ma saranno esposti anche memorabilia e oggetti curiosi provenienti dalla sua Wunderkammer di Milano.

Ci saranno anche tanti spezzoni di video, per rivedere i molti filmati che, attraverso la televisione, hanno reso Daverio famoso.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraPhilippe Daverio narratore d'arte
CittàAngera
SedeKapannone dei Libri
DateDal 13/09/2021 al 29/10/2021

A un anno dalla scomparsa, la prima mostra tributo a Philippe Daverio, narratore d'arte
A un anno dalla scomparsa, la prima mostra tributo a Philippe Daverio, narratore d'arte


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma