A Bologna una celebre favola di Gianni Rodari diventa un'opera d'arte. È “Via libera per volare” di Antonello Ghezzi


Il duo Antonello Ghezzi porta il progetto ’Via libera per volare’ al Museo Davia Bargellini di Bologna dal 21 gennaio al 1° marzo 2020.

Dal 21 gennaio all 1° marzo 2020 apre, al Museo Davia Bargellini di Bologna, la mostra Via libera per volare, uno dei main project di ART CITY Bologna 2020. Si tratta di un progetto con cui il duo artistico Antonello Ghezzi (formato da Nadia Antonello e Paolo Ghezzi) rende omaggio al grande poeta e scrittore per ragazzi Gianni Rodari (Omegna, 1920 - Roma, 1980), in occasione del centenario dalla sua nascita.

Punto di partenza è il racconto Il semaforo blu, dal quale gli artisti realizzeranno una serie di installazioni in diversi punti della città (Palazzo d’Accursio, Aeroporto Guglielmo Marconi, Policlinico Sant’Orsola - reparto di pediatria, Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno) in cui verranno collocati iconici semafori che diffondono luce blu. È il loro “via libera per volare”, un’esortazione a sognare: la favola di Gianni Rodari racconta di un semaforo di Milano che, al posto dei soliti verde, giallo e rosso, un giorno comincia a emettere luci blu, causando sconcerto tra gli automobilisti, finché un vigile non arriva a staccare l’elettricità al semaforo (che però, prima di essere spento, fa in tempo a lanciarsi in un’amara riflessione: “Poveretti! Io avevo dato il segnale di via libera per il cielo. Se mi avessero capito, ora tutti saprebbero volare. Ma forse gli è mancato il coraggio”).

Il progetto culminerà presso il Museo Davia Bargellini dove semafori, luci e specchi daranno vita ad opere site-specific in dialogo con la collezione permanente del museo e con l’opera di Luigi Mainolfi intitolata Per quelli che volano.

L’evento è a cura di Manuela Valentini e Olivia Spatola, in collaborazione con Silvia Evangelisti, Chiara Belliti e Galleria ME Vannucci – Pistoia, e promosso da Istituzione Bologna Musei | Museo Davia Bargellini in collaborazione con Legati al Filo APS - Festival per l’innovazione sociale, con il supporto di Datalogic e Threestones Capital e la sponsorizzazione tecnica di La Semaforica e Vetreria San Martino.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale di ART CITY Bologna 2020.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraAntonello Ghezzi. Via libera per volare
CittàBologna
SedeMuseo Davia Bargellini
DateDal 21/01/2020 al 01/03/2020
ArtistiAntonello Ghezzi
TemiArte contemporanea

A Bologna una celebre favola di Gianni Rodari diventa un'opera d'arte. È “Via libera per volare” di Antonello Ghezzi
A Bologna una celebre favola di Gianni Rodari diventa un'opera d'arte. È “Via libera per volare” di Antonello Ghezzi


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Il duo Allora & Calzadilla in mostra al MAXXI per raccontare le contraddizioni della globalizzazione
Il duo Allora & Calzadilla in mostra al MAXXI per raccontare le contraddizioni della globalizzazione
Roma, a Palazzo Valentini la personale di Alessio Deli
Roma, a Palazzo Valentini la personale di Alessio Deli
In esclusiva assoluta in Italia gli 82 ritratti di David Hockney a Venezia
In esclusiva assoluta in Italia gli 82 ritratti di David Hockney a Venezia
Mantova, alla Casa del Mantegna le opere di tre artisti ispirate ai lavori di Leonardo da Vinci
Mantova, alla Casa del Mantegna le opere di tre artisti ispirate ai lavori di Leonardo da Vinci
Annunziata Scipione, la pittrice naïf “erede” di Antonio Ligabue, in mostra a Milano
Annunziata Scipione, la pittrice naïf “erede” di Antonio Ligabue, in mostra a Milano
Oltre l'apparenza, a Roma la personale di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini
Oltre l'apparenza, a Roma la personale di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini