Il duo Bianco-Valente a Palermo dà vita a un progetto sul Mediterraneo e le migrazioni


Il duo Bianco-Valente, a Palermo, dà vita al progetto ’Terra di me’, sul Mediterraneo e le migrazioni, dal 23 giugno al 30 settembre 2018.

Il duo Bianco-Valente (Giovanna Bianco e Pino Valente), uno dei principali nomi dell’arte italiana contemporanea, è protagonista del progetto espositivo Terra di me a Palermo: la mostra si colloca nell’ambito di Manifesta 2018 ed è in programma dal 23 giugno al 30 settembre 2018 presso Palazzo Branciforte. Ideato da Sicily Art and Culture e da Civita Sicilia e promosso dalla Fondazione Sicilia, il progetto Terra di me continua le ricerche a sfondo sociologico del duo Bianco-Valente: in particolare, il progetto instaura un dialogo con alcune delle mappe del patrimonio cartografico esposto a Villa Zito, tutte risalenti a un periodo compreso tra il XV e il XVIII secolo. Partendo da queste mappe, Bianco e Valente hanno generato alcune riflessioni sulle tematiche legate al viaggio e alle migrazioni e a come sia cambiata l’idea di Mediterraneo: da strumento di diffusione culturale ed economica in epoca classica, oggi è considerato da molti una sorta di barriera che alcuni vorrebbero invalicabile, a dispetto della storia che lo ha reso elemento fondante della cultura occidentale.

Alla base di Terra di me una serie di incontri avvenuti a Palermo durante i primi mesi dell’anno, nel corso dei quali i due artisti hanno avuto un intenso scambio con un gruppo di migranti coi quali hanno attivato uno sguardo reciproco sul tema dell’immaginario e della narrazione, volto a esplorare i punti di contatto e a intrecciare le esperienze individuali.

“Le rappresentazioni cartografiche della Sicilia e del Mediterraneo realizzate tra la seconda metà del Cinquecento e la fine del Settecento”, afferma il Presidente della Fondazione Sicilia, Raffaele Bonsignore, “rivivono di luce nuova attraverso lo sguardo di Bianco-Valente; il dialogo tra passato e presente, oggi più che mai necessario, diventa strumento per illuminare il futuro”.

La mostra è visitabile negli orari di apertura di Palazzo Branciforte: dal martedì alla domenica dalle 9:30 alle 19:30. I biglietti: intero 7 euro, ridotto 5 euro, ridotto solo mostra + collezione archeologica 3 euro. L’esposizione sarà accompagnata da un catalogo, edito da Silvana Editoriale, contenente un ampio apparato iconografico, saggi e schede analitiche delle opere e delle mappe nautiche. Per maggiori info è possibile visitare il sito di Palazzo Branciforte.

Il duo Bianco-Valente a Palermo dà vita a un progetto sul Mediterraneo e le migrazioni
Il duo Bianco-Valente a Palermo dà vita a un progetto sul Mediterraneo e le migrazioni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER