Il Museo di Storia Innaturale di Dario Ghibaudo va in mostra nella sua Cuneo


Il Complesso monumentale di San Francesco di Cuneo ospiterà nei suoi spazi circa novanta opere dal Museo di Storia Innaturale di Dario Ghibaudo. Un progetto nato nel 1990 e in continuo divenire per analizzare la società e le sue contraddizioni. 

Dal 3 settembre al 30 ottobre 2022 il Complesso monumentale di San Francesco di Cuneo ospiterà la mostra Dario Ghibaudo. Museo di Storia Innaturale, a cura di Luigi De Ambrogi e di Carlo Cinque. Saranno esposte circa novanta opere che Dario Ghibaudo (Cuneo, 1951) ha realizzato negli ultimi anni. Il pubblico avrà occasione di conoscere e di approfondire il suo Museo di Storia Innaturale, nato nel 1990 e in continuo accrescimento, concepito dalla volontà di analizzare la società e le sue contraddizioni e di rappresentarle con un linguaggio apparentemente formale ma che in realtà nasconde una certa ironia.

Tra i fondatori del Concettualismo ironico italiano, Dario Ghibaudo è un instancabile disegnatore; i suoi inchiostri nascono direttamente col pennino, senza alcun disegno preparatorio. Utilizza vari tipi di materia purché sia funzionale alla realizzazione dell’idea: lavora con resina, terra bianca, porcellana, cemento, papier mâché, pietra e marmo.

Il Museo di Storia Innaturale si sviluppa come un museo di storia naturale di stampo settecentesco seguendo un percorso a sale, ciascuna intitolata ai diversi campi d’indagine scientifica: l’antropologia, la botanica, l’entomologia, l’etnografia, l’etnologia, l’etologia e diversi altri. Anche se schermato dalla ricerca scientifica, è la condizione umana riletta in chiave ironica e ludica il vero tema. Le sale in cui il Museo è idealmente suddiviso mostrano umani immobilizzati nel loro status, piante e animali straordinari dotati di una carica evocativa che li rende subito riconoscibili a una prima lettura, ma che si scoprono via via essere intrinsecamente contaminati e contaminanti. Con l’obiettivo che l’anomalo venga prima di tutto percepito piuttosto che visto.

“Nel fare di Dario Ghibaudo vediamo il gesto degli inchiostri ruotare come macchina perfetta intorno al suo polso, mentre nella scultura tutti gli arti ruotano, danzano, si inchinano alla materia. Allora nel turbinare di questi volteggi, nel mezzo del sudore, della fatica e della polvere, ecco l’apparire delle forme che improvvisamente nulla hanno più di inventato, nulla hanno più dello stupire o di originale ma tutto appare nel reale”, scrive il curatore De Ambrogi.

Dario Ghibaudo. Museo di Storia Innaturale è la ventiquattresima mostra della rassegna grandArte 2022 – HELP - humanity, ecology, liberty, politics e si avvale del patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e della Città di Cuneo; si avvale inoltre del contributo di Comune di Cuneo, Fondazione CRC, Fondazione CRT e del sostegno di Intesa Sanpaolo, ATL del Cuneese, La Guida, Lannutti logistica e trasporti, ACDA, Armando Group, Wedge Power, Confartigianato Cuneo, Generali assicurazioni Cuneo, Limone Riserva Bianca, Marcopolo, Paneco Ambiente. È possibile visitare la mostra, ad ingresso libero, dal martedì alla domenica dalle ore 15.30 alle 18.30. Per maggiori info visitare il sito www.grandarte.it

Immagine: Dario Ghibaudo, Avis Nodatus. Foto di Claudia Isoardi

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraDario Ghibaudo. Museo di Storia Innaturale
CittàCuneo
SedeComplesso Monumentale di San Francesco
DateDal 03/09/2022 al 30/10/2022
ArtistiDario Ghibaudo
CuratoriLuigi De Ambrogi, Carlo Cinque
TemiArte contemporanea

Il Museo di Storia Innaturale di Dario Ghibaudo va in mostra nella sua Cuneo
Il Museo di Storia Innaturale di Dario Ghibaudo va in mostra nella sua Cuneo


La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER