Sacro e memento mori, la mostra di Fausta Squatriti in San Bernardino alle Ossa a Milano


Fino al 2 novembre, l’Ossario e la chiesa di San Bernardino alle Ossa di Milano ospitano “Opere al nero”, mostra di Fausta Squatriti che riflette sul valore del sacro e del memento mori in una relazione tra luogo e pratica contemporanea.

All’interno della Milano Art Week, momento in cui la città di Milano e la cultura si uniranno in un positivo atto di forza volto alla ripresa e alla rinascita, si è aperto un importante progetto dedicato a Fausta Squatriti (Milano, 1941): si tratta della mostra Opere al nero, aperta dal 14 settembre al 2 novembre presso l’Ossario e la chiesa di San Bernardino alle Ossa di Milano. Con questo progetto site-specific, curato da Elisabetta Longari, Fausta Squatriti intende far riflettere sul valore del sacro e del memento mori per mezzo di un cortocircuito relazionale fra il luogo e la pratica artistica contemporanea.

“Religione e arte”, scrive Longari nel catalogo, “nascono entrambe per esorcizzare la morte, per contrastare il gelo esistenziale, il brivido sgomento che coglie l’uomo all’idea della caducità della vita. Eppure è proprio la morte a restituire alla vita tutto il suo senso; così, come notava Pasolini, sono le operazioni di montaggio a conferire senso al film. Eppure pochi osano guardare la morte. Le opere di Fausta Squatriti selezionate per questa mostra creano una sorta di commentario alla morte, rammemorano della sua presenza, invitano a guardarne i suoi simboli direttamente per famigliarizzare con essa”.

La mostra si sviluppa partendo dalla chiesa dove sono presenti una grande croce in ferro e un dittico, continua nell’ossario dove le opere, ospiti discreti, dialogano con gli arredi esistenti. Nella cappella dell’ossario poi si alternano una serie di disegni realizzati per questa mostra. Il titolo dell’esposizione Opera al nero non è solo una citazione, ma è anche il titolo di un ciclo di lavori dedicati a Marguerite Yourcenar che Fausta Squatriti ha realizzato nel 2009. In mostra è esposto, infatti, il lavoro Oeuvre au noir: Alter Ego. La mostra è corredata di un particolare catalogo edito da Magonza con testi di Elisabetta Longari, Luca Bressan e Bertrand Levergeois.

Inoltre, all’interno dell’edizione 2021 di MiArt, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano in programma dal 17 al 19 settembre, la Galleria Bianconi, in collaborazione con l’Archivio Fausta Squatriti e supportata da ampia documentazione originale d’epoca, presenta uno stand interamente dedicato all’artista in cui sarà ricostruita la storica mostra personale di Fausta Squatriti Sculptures et collages realizzata nel 1982 alla Galerie Denise René di Parigi. Anche questa mostra, dal titolo Fausta Squatriti nel tempio dell’arte esatta, curata ancora da Elisabetta Longari, è corredata da un catalogo che analizza la produzione anni Settanta e Ottanta di Fausta Squatriti legata alle Sculture Nere e ai lavori geometrici.

Immagine: Fausta Squatriti, Ecce Homo (1994). Courtesy Archivio Fausta Squatriti e Galleria Bianconi

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraFausta Squatriti. Opere al nero
CittàMilano
SedeSan Bernardino alle Ossa
DateDal 14/09/2021 al 02/11/2021
ArtistiFausta Squatriti
CuratoriElisabetta Longari
TemiArte contemporanea

Sacro e memento mori, la mostra di Fausta Squatriti in San Bernardino alle Ossa a Milano
Sacro e memento mori, la mostra di Fausta Squatriti in San Bernardino alle Ossa a Milano


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER