La FIAT 500 a New York al centro di una mostra che racconta la storia del design industriale


La FIAT 500 è letteralmente al centro di The Value of Good Design, una mostra che racconta la storia del design industriale aperta dal 10 febbraio 2019 fino al 15 luglio negli spazi del MoMa di New York. Per l’esattezza, l’esemplare di 500 in mostra proviene dalla linea 500 F, la più famosa in assoluto, prodotta fra il 1965 e il 1972, ed è entrata nella prestigiosa collezione del museo newyorchese dal 2017.

Progettata da Dante Giacosa, la 500 venne prodotta e messa sul mercato dal 1957 fino al 1975 e riuscì a vendere oltre 4 milioni di pezzi (6, se includiamo anche la versione più recente datata 2007). La FIAT 500 è riconosciuta come simbolo del design italiano del dopoguerra riconosciuto anche a livello mondiale. Sebbene esternamente sia piccola, il design di Giocosa la rendeva capiente al suo interno, accogliendo così quattro passeggeri, mentre il tettuccio in tessuto pieghevole, oltre che ridurre l’utilizzo dell’acciaio all’epoca costoso, conferiva un tocco di lusso all’automobile.

La mostra, a cura di Juliet Kinchin e Andrew Gardner, espone anche la Olivetti Lexikon del 1954, altro esempio di design italiano progettato da Giovanni Pintor, ed un televisore giapponese Sony Corporation del 1959, per citarne alcuni.

La FIAT 500 a New York al centro di una mostra che racconta la storia del design industriale
La FIAT 500 a New York al centro di una mostra che racconta la storia del design industriale


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER