Al Forte di Bard una mostra riflette sulle tragiche conseguenze della guerra


Dall’11 marzo al 5 giugno 2022 il Forte di Bard ospita la mostra "Napoléon. Andrea e Paolo Ventura" che intende riflettere sulle tragiche conseguenze dei conflitti. 

Nelle sale delle Cannoniere del Forte di Bard, in Valle d’Aosta, sarà allestita dall’11 marzo al 5 giugno 2022 la mostra Napoléon. Andrea e Paolo Ventura. La figura di Napoleone, la vita all’interno delle sue guarnigioni, il legame storico con il Forte di Bard posto prima sotto assedio, poi sconfitto e successivamente fatto radere al suolo sono temi comuni da cui parte la riflessione a due voci dei fratelli Andrea e Paolo Ventura, artisti e fotografi.

Andrea Ventura presenta Epidemics of Nostalgia (2021), una serie di tredici opere a colori acrilici su carta di dimensioni varie che affronta il tema della narcolessia, fenomeno con caratteristiche di nostalgia dalla propria casa o patria, molto diffuso negli eserciti di Napoleone impegnati sui fronti europei all’inizio dell’Ottocento. Paolo Ventura si è ispirato invece all’assedio del Forte di Bard, avvenuto nel maggio del 1800 da parte delle truppe francesi, per realizzare una serie di undici opere inedite.

Ciascuno con il proprio linguaggio (Andrea è pittore, Paolo è fotografo), i due artisti rileggono il mito napoleonico delle grandi battaglie e della grande armata che le ha combattute. Entrambi hanno attinto ai racconti di guerra narrati in famiglia e, ciascuno attraverso la propria sensibilità, offrono una personale narrazione di questi eventi: i protagonisti sono i soldati, ma anche gli artisti stessi.

Attraverso questo progetto, il Forte di Bard intende aprire una riflessione sulle tragiche conseguenze dei conflitti, che segnano ieri come oggi la vita di intere generazioni.

“Nel momento in cui abbiamo immaginato di realizzare al Forte di Bard un’esposizione dedicata ad Andrea e a Paolo Ventura, quale estremo grido di denuncia nei confronti della follia della guerra, mai avremmo pensato che la guerra potesse arrivare così vicino a noi, con ancora un nuovo fronte”, ha commentato la Presidente del Forte di Bard, Ornella Badery. “È molto difficile trovare le parole, ma confidiamo che il momento sia opportuno, una volta di più, per denunciare gli orrori, fisici e psicologici, che la guerra produce e rinnegare questo strumento quale elemento di risoluzione dei conflitti”.

Per info: www.fortedibard.it

Orari: Da martedì a venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. Chiuso il lunedì.

Immagine: Andrea Ventura, Epidemic of Nostalgia (2021; acrilici su carta, 96 x 160 cm)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraNapoléon. Andrea e Paolo Ventura
CittàBard
SedeForte di Bard
DateDal 11/03/2022 al 05/06/2022
ArtistiPaolo Ventura, Andrea Ventura
TemiFotografia, pittura romantica, Forte di Bard

Al Forte di Bard una mostra riflette sulle tragiche conseguenze della guerra
Al Forte di Bard una mostra riflette sulle tragiche conseguenze della guerra


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Visual Echo. A Venezia la mostra postuma di Tom Parish
Visual Echo. A Venezia la mostra postuma di Tom Parish
A Parigi esposti per la prima volta fuori dalla Russia i capolavori dei Morozov
A Parigi esposti per la prima volta fuori dalla Russia i capolavori dei Morozov
Il Cristo di Howtan Re grida Save me!
Il Cristo di Howtan Re grida Save me!
Roma, al Museo Barracco 10 grandi artiste italiane interpretano la Vita Nova di Dante
Roma, al Museo Barracco 10 grandi artiste italiane interpretano la Vita Nova di Dante
Il Po simbolo del tempo che scorre: il grande fiume nelle foto di Michael Kenna
Il Po simbolo del tempo che scorre: il grande fiume nelle foto di Michael Kenna
La montagna vista dai fotografi Magnum: da Capa a Morath, da Scianna a McCurry
La montagna vista dai fotografi Magnum: da Capa a Morath, da Scianna a McCurry