Saturnia dedica una mostra a Gastone Novelli. La sua casa luogo di incontro di intellettuali e artisti


Saturnia dedica una mostra a Gastone Novelli. L’artista si innamorò del luogo e acquistò qui una casa che divenne punto di incontro di intellettuali e di artisti. 

Dal 9 aprile 2022 all’8 gennaio 2023 il Polo Culturale Pietro Aldi di Saturnia presenta la mostra Gastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno. Realizzata grazie al contributo del Comune di Manciano e di Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, curata da Guglielmo Buda e Anna Cristina Caputi, fondatori dell’associazione no profit Guna Contemporary, in collaborazione con l’Archivio Gastone Novelli, la rassegna esporrà a distanza di più di cinquant’anni dalla scomparsa di Gastone Novelli (Vienna, 1925 - Milano, 1968), disegni, sculture e tele dell’artista, in dialogo con una selezione di reperti etruschi e romani della collezione archeologica Ciacci, al fine di rivelare i legami di Novelli con Saturnia.

Nato a Vienna nel 1925, Gastone Novelli partecipa alla Resistenza e nell’immediato dopoguerra si trasferisce in Brasile per cinque anni. Nel 1955 si stabilisce a Roma e allestisce numerose mostre personali in Italia e all’estero. Partecipa nel 1964 alla Biennale di Venezia, dove ottiene il premio Gollin. Nel 1967 si trasferisce nel capoluogo veneto, partecipa attivamente al movimento del maggio 1968 e in segno di protesta chiude la propria sala alla XXXIV Biennale.

I primi anni Sessanta sono per lui un momento in cui è chiara la creazione del “linguaggio magico”, un sistema di segni capace di esprimere universi possibili. Sono gli anni dei viaggi in Grecia, esperienza cardine di questa indagine, ma anche della costruzione della sua casa a Saturnia. Arriva a Saturnia dall’Argentario durante una vacanza, se ne innamora e decide di acquistare un terreno per costruire una piccola casa nel fondovalle, a stretto contatto con le cascate del Gorello. La casa diventa un luogo di incontro di amici intellettuali e artisti. La sinuosità del paesaggio collinare, il moto costante delle acque e la marcata caratterizzazione archeologica dell’area influenzano l’immaginario poetico di Gastone Novelli, che dedica a Saturnia una serie di opere.

La prima sala pone in relazione una selezione di tele e i disegni di Novelli della serie Saturnia con i reperti archeologici della collezione Ciacci; nella seconda sala sono esposte le sculture di Novelli, con un focus sull’immagine della collina/montagna; la terza sala racconta le molteplici valenze della casa di Saturnia.

Un’immagine in movimento commissionata per la mostra all’artista e filmmaker Sara Tirelli reinterpreterà il legame tra Gastone Novelli e il territorio: un’opera realizzata su due media, un video monocanale e un lavoro in realtà virtuale. Nei comuni limitrofi del territorio saranno installate postazioni VR per portare la mostra oltre lo spazio museale.

Nell’immagine, Gastone Novelli al lavoro nella sua casa di Saturnia.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraGastone Novelli: Saturnia, le origini, la magia del segno
CittàSaturnia
SedePolo Culturale Pietro Aldi
DateDal 09/04/2022 al 08/01/2023
ArtistiGastone Novelli
CuratoriAnna Cristina Caputi, Guglielmo Buda
TemiNovecento, Gastone Novelli

Saturnia dedica una mostra a Gastone Novelli. La sua casa luogo di incontro di intellettuali e artisti
Saturnia dedica una mostra a Gastone Novelli. La sua casa luogo di incontro di intellettuali e artisti


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Una mostra dedicata alla Formula 1 al Museo d'Arte Contemporanea di Lissone
Una mostra dedicata alla Formula 1 al Museo d'Arte Contemporanea di Lissone
A Illegio la mostra dei capolavori distrutti, rubati o perduti. Di nuovo visibili grazie alle nuove tecnologie
A Illegio la mostra dei capolavori distrutti, rubati o perduti. Di nuovo visibili grazie alle nuove tecnologie
Una mostra su Giuseppe Pellizza da Volpedo nel suo borgo natale riporta “Sul fienile” nel luogo in cui fu concepito
Una mostra su Giuseppe Pellizza da Volpedo nel suo borgo natale riporta “Sul fienile” nel luogo in cui fu concepito
Biella, Cracking Art porta una grande installazione di 400 fiori di plastica in un'azienda tessile
Biella, Cracking Art porta una grande installazione di 400 fiori di plastica in un'azienda tessile
Leonardo da Vinci come mito della propaganda fascista (e poi restituito alla verità). Una mostra a Firenze
Leonardo da Vinci come mito della propaganda fascista (e poi restituito alla verità). Una mostra a Firenze
Milano, l'arte non si ferma. La proposta di Fabbrica EOS per la personale di Davide Bramante
Milano, l'arte non si ferma. La proposta di Fabbrica EOS per la personale di Davide Bramante