A Gent, nelle Fiandre, la più grande mostra di sempre su Jan van Eyck, con la metà delle sue opere note


Dal 1° febbraio al 30 aprile 2020, il Museo di Belle Arti di Gent (Fiandre, Belgio) ospita la più grande mostra mai dedicata a Jan van Eyck.

È in programma dal 1° febbraio al 30 aprile 2020 la mostra Van Eyck. An optical revolution, la più grande mai dedicata a Jan van Eyck (Maaseik, 1390 circa - Bruges, 1441). La sede della rassegna è il Museum voor Schone Kunsten (Museo di Belle Arti) di Gent, nelle Fiandre, che promette di far vivere ai suoi visitatori “un’esperienza di quelle che si provano una volta sola nella vita”. La rassegna ospiterà dieci opere di van Eyck, diverse provenienti dalla sua bottega, e un centinaio di altre opere dell’epoca. I curatori, Till-Holger Borchert, Jan Dumolyn e Maximiliaan Martens, con il coordinamento di Johan De Smet, hanno voluto “mantenere alta l’asticella”, come si legge nella presentazione della mostra: su venti opere conosciute di van Eyck, dieci sono esposte a Gent (e di quelle che non ci sono, alcune sono troppo fragili per poter viaggiare). Tra le star dell’esposizione figurano anche gli otto pannelli esterni, freschi di restauro, del Polittico dell’Agnello mistico (qui un lungo approfondimento sull’opera), prestati eccezionalmente dalla Cattedrale di San Bavone a Gent. È la prima volta dal 1902 che vengono concessi in prestito per una mostra.

Inoltre, i pannelli del polittico non hanno mai dialogato con altre opere di Gent in una mostra. E in più, dal 2020 non si muoveranno più dalla Cattedrale: di conseguenza, la mostra del MSK è la prima e anche ultima occasione per vedere gli scomparti esterni del Polittico dell’Agnello Mistico esposti assieme agli altri capolavori di van Eyck. Gli altri dipinti di van Eyck esposti sono invece la Madonna della fontana (dal Museo di Belle Arti di Anversa), il Ritratto di Baudouin de Lannoy (dagli Staatliche Museen di Berlino), l’Annunciazione del Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid e quella della National Gallery di Washington, il Ritratto d’uomo del Muzeu Brukenthal di Sibiu, la Santa Barbara di Nicomedia (dal Museo di Belle Arti di Anversa), la Madonna della fontana realizzata con la bottega, di collezione privata, il Libro d’Ore di Palazzo Madama, le Stimmate di san Francesco dal Philadelphia Museum of Art. “Mai prima d’ora”, dicono i curatori, “tante opere di van Eyck erano state viste assieme in un unico luogo”.

La mostra consentirà dunque sguardi inediti sull’artista formatosi in Borgogna alla corte di Filippo il Buono e diventato il più grande pittore delle Fiandre nel suo tempo, capace d’innovare sul piano della tecnica, forte di solide conoscenze scientifiche e di straordinarie doti d’osservazione, che gli permisero di condurre la pittura a olio verso risultati mai toccati prima. “Prima di lui”, si legge in una nota, “nessun pittore aveva dipinto la realtà in maniera così tangibile, con ritratti ai quali manca solo il respiro e con paesaggi che mostrano il mondo in tutte le sue sfaccettature”.

I biglietti si possono già prenotare sul sito dedicato alla rassegna, e durante la mostra il MSK di Gent rimarrà aperto sette giorni su sette: sono già state promesse anche numerose aperture serali per consentire a quante più persone possibili di ammirare le opere del grande artista fiammingo. I dettagli sugli orari e sui costi dei biglietti saranno comunicati successivamente. La mostra è realizzata grazie a una collaborazione tra il Dipartimento della Cultura, dei Giovani e dei Media della Comunità delle Fiandre, il Comune di Gent, l’Ente del Turismo delle Fiandre, la Fabbrica della Cattedrale di San Bavone, il Dipartimento di storia dell’arte dell’Università di Gent, l’Henri Pirenne Institute for Medieval Studies at UGhent, il Centro di Ricerche Fiammingo per le Arti nell’Olanda borgognone, e l’Istituto Reale per i Beni Culturali del Belgio (KIK-IRPA).

Nell’immagine: Jan van Eyck, Annunciazione, dettaglio (1434-1436; olio su tavola trasportato su tela, 92,7 x 36,7 cm; Washington, National Gallery)

A Gent, nelle Fiandre, la più grande mostra di sempre su Jan van Eyck, con la metà delle sue opere note
A Gent, nelle Fiandre, la più grande mostra di sempre su Jan van Eyck, con la metà delle sue opere note


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER