Sogno e surreale nelle opere di Igor Skaletsky al Museo Ebraico di Venezia


Il Museo Ebraico di Venezia ospita dal 22 febbraio al 17 maggio 2020 la mostra Sogno e Surreale di Igor Skaletsky.

Il Museo Ebraico di Venezia ospita dal 16 febbraio al 17 maggio 2020 la mostra Igor Skaletsky. Sogno e surreale

Una rassegna sulla liberazione dell’onirico, del fantastico e del magico che è racchiuso in ognuno di noi: il giovane e affermato artista israeliano, Igor Skaletsky, crea un mondo incantato grazie alla manipolazione surreale di immagini e di scene. Nelle sue opere l’artista gioca liberamente con le immagini riconoscibili della storia dell’arte e dell’alta cultura e le unisce ironicamente allo stile delle riviste di moda. 

Tra il 9 e il 10 marzo cade la festa di Purim: la festività più gioiosa ebraica, poichè diviene occasione per i bambini di mascherarsi, e la mostra veneziana è ispirata proprio a questa festa, che lascia spazio al gioco e alla fantasia. 

Skaletsky combina simboli di religione, cultura pop, animali e immagini di tatuaggi, tra il sogno e il surreale, e offre allo spettatore un’interpretazione particolare e suggestiva delle storie famose. Intento dell’artista è creare occasioni di incontro - scontro tra i primi pittori olandesi e i maestri del Rinascimento italiano con top model e icone della cultura del tatuaggio. Le sue opere sono un mix di  fotografia e pittura e prende in prestito la tecnica del collage dagli artisti d’avanguardia degli anni Venti. 

Per info: museoebraico.it

 

Sogno e surreale nelle opere di Igor Skaletsky al Museo Ebraico di Venezia
Sogno e surreale nelle opere di Igor Skaletsky al Museo Ebraico di Venezia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER