L'ironia di Lucio Perone protagonista di una mostra personale che apre il programma “Imago Murgantia”


Dall’8 al 19 agosto 2018 lo scultore contemporaneo Lucio Perone è protagonista di una personale a Morcone (Benevento), che apre il programma ’Imago Murgantia’

 

Dall’8 al 19 agosto 2018, Lucio Perone (Rotondi, 1972), apprezzato scultore italiano contemporaneo, espone le sue opere in una mostra personale, intitolata semplicemente Lucio Perone, allestita presso l’Auditorium di San Bernardino a Morcone (Benevento). La rassegna dà l’avvio al progetto Imago Murgantia, un percorso con cui la città di Morcone intende dar spazio alle arti visive con l’obiettivo di rianimare il centro storico anche in campo culturale.

Lucio Perone, artista presente in importanti collezioni pubbliche e private, italiane ed internazionali, il cui linguaggio nella scultura invita ad una riflessione positiva e ironica, animerà il centro storico secondo una visione di mixaggio tra antico e contemporaneo, in comunione con i giochi architettonici della ex Chiesa di San Bernardino. L’arte di Perone propone una commistione legata al territorio che s’interseca con una dimensione altra, che guarda lontano e che prende però spunto da oggetti del quotidiano, del vivere umano, trasportati in una sfera onirica, surreale e fucina di ripensamento del già noto.

La rassegna, curata da Azzurra Immediato (coordinatrice di Imago Murgantia) e da Massimo Mattioli, prevede l’esposizione di due grandi installazioni di Lucio Perone legate al concetto di nuova delineazione e di immagine, accanto ad altre tre opere scultoree, capaci di porre in dialogo lo spettatore con lo spazio ma anche con la riflessione più intima legata al significato ultimo dei lavori e della ricerca di Perone. La scelta di non titolare le opere è rivolta a porre le opere stesse in una sorta di “limbo” in cui la lettura è rimandata al gioco intellettuale tra artista e pubblico e alla volontà di aprire all’arte mediante un percorso che sia ludico oltre che didattico ed artistico. Ma non solo: l’idea dei curatori, infatti, è stata quella di intervenire in un centro storico con una azione artistica che desse una scossa al borgo antico, in una misura in cui la condivisione dell’arte potesse farsi richiamo per un pubblico trasversale, dai bambini agli adulti, secondo gradienti di interpretazione diversi.

“L’artista”, scrive Azzurra Immediato in catalogo, “sceglie una fenomenologia che sorprende, fa sorridere, anima lo spazio con cui entra in contatto per farsi lungimiranza ancora da svelare”. “Il realismo di questi oggetti e le nitide e vibranti campiture cromatiche”, suggerisce invece Massimo Mattioli per inquadrare l’arte di Perone, “non devono tuttavia collocarli nella sfera della Pop Art: la latente ironia e l’approccio spiazzante collocano semmai l’opera di Perone in un ambito dadaista, assieme ad una sensibile componente concettuale, palese specie nei ricercati e pregnanti titoli”.

Il programma Imago Murgantia è invece un progetto che mira alla delineazione di una nuova imago urbis, immagine della città, a partire dal contemporaneo sino a legarsi con la tradizione culturale e storica di un glorioso passato. Una metafora del cambiamento di Morcone, un mutamento da riscrivere, a partire non solo da tutto quello che riguarda il vivere quotidiano ed urbano di una comunità ma anche grazie all’arte.

La mostra Lucio Perone è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20. L’ingresso è libero. Per informazioni è possibile telefonare al numero 3479472408, inviare una mail all’indirizzo imagomurgantia@gmail.com, visitare il sito del Comune di Morcone oppure visitare la pagina Facebook o l’account Instagram di Imago Murgantia.

Immagine: Lucio Perone, Senza Titolo (2001; legno, PVC e vernice, 500 x 380 cm)

L'ironia di Lucio Perone protagonista di una mostra personale che apre il programma “Imago Murgantia”
L'ironia di Lucio Perone protagonista di una mostra personale che apre il programma “Imago Murgantia”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER