Torna a Perugia dopo trent'anni la Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio trafugata nel 1990


La Madonna col Bambino attribuita al Pinturicchio torna dopo trent’anni a Perugia e sarà esposta fino al 26 gennaio 2020 alla Galleria Nazionale dell’Umbria.

Dal 10 agosto 2019 al 26 gennaio 2020 sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria la Madonna col Bambino attribuita al Pinturicchio, opera su tavola che venne trafugata negli anni Novanta e che adesso ha fatto ritorno a Perugia

Il dipinto venne rubato a un collezionista perugino nel 1990 e dopo trent’anni è stato recuperato dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale: a seguito di una fruttuosa indagine con risvolti internazionali, coordinata dal reparto dei Carabinieri che da cinquant’anni collabora con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la preziosa opera d’arte sarà esposta al pubblico nella sala 24 del museo perugino.

Soddisfatto il direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria, Marco Pierini: "È bello che anche opere abituate da sempre a mostrarsi nell’intimità delle raccolte private possano godere di un pubblico più vasto, come accadrà per qualche mese alla splendida Madonna col Bambino la cui pertinenza con la raccolta della Galleria Nazionale dell’Umbria è palesemente testimoniata dalle tante consorelle che la accolgono dalle pareti del museo".

Per info: https://gallerianazionaledellumbria.it/

Orari: Da martedì a domenica dalle 8.30 alle 19.30; lunedì dalle 12 alle 19.30. 

Biglietti: Intero 8 euro, ridotto 4 euro.

 

Torna a Perugia dopo trent'anni la Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio trafugata nel 1990
Torna a Perugia dopo trent'anni la Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio trafugata nel 1990


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER