A Trento una grande mostra di Steve McCurry dedicata alla montagna e alle sue genti


Palazzo delle Albere di Trento accoglie fino al 19 settembre 2021 una grande mostra con 130 scatti realizzati da Steve McCurry e dedicati alla montagna. 

Nella storica sede di Palazzo delle Albere di Trento, dal 19 giugno al 19 settembre 2021, il Mart e il MUSE organizzano per la prima volta insieme la grande mostra Steve McCurry. Terre Alte, speciale progetto del famoso fotografo contemporaneo dedicato al tema della montagna

Da un’idea di Vittorio Sgarbi e Gabriele Accornero, la mostra a cura di Biba Giacchetti e Denis Isaia e realizzata in collaborazione con Sudest57 intende raccontare le terre e le genti di montagna: un viaggio tra le altitudini del mondo; l’Afghanistan, il Tibet, la Mongolia, il Giappone, il Brasile, la Birmania, le Filippine, il Marocco, lo Yemen narrano le simbiosi tra popoli, animali e paesaggi secondo la cifra espressiva che ha reso Steve McCurry uno dei fotografi contemporanei più amati.

Il percorso espositivo si sviluppa su due piani e riunisce 130 scatti che descrivono il fascino della montagna, i suoi paesaggi, i suoi popoli. Le immagini documentano con una straordinaria potenza lo spirito delle vette, la sacralità, gli sguardi e la forza della vita in condizioni estreme.

La rassegna è inoltre arricchita dalla Icons Room, una sala nella quale si ripercorre la carriera del fotografo attraverso undici tra i suoi più noti scatti. Tra questi, il famosissimo ritratto della ragazza afgana realizzato nel 1984.

Terre Alte intende immortalare l’incanto della natura, con i suoi paesaggi di sublime bellezza e con la sua “gente di montagna”. Emerge con forza l’equilibrio dello stile di vita di popoli abituati a confrontarsi con due opposti, il pericolo e l’opportunità.

Le immagini, in parte inedite, raccontano l’instancabile desiderio di McCurry di esplorare, scoprire e rivelare il mondo. Una vita dedicata a paesaggi sconfinati, tempi dilatati, silenzi che avvolgono lo spirito rimandando a tradizioni antiche e culture contemporanee. La narrazione delle altitudini sospese tra cielo e terra cattura l’armonia tra paesaggio, esseri umani e animali che ancora resiste, sottolineandone la fragilità.

Obiettivo dell’esposizione è anche essere spunto per una riflessione sui cambiamenti climatici e antropologici e sulla decolonizzazione culturale. In tutta l’opera di McCurry ricorre uno spirito politico, una vena ecologista e pacifista, un profondo impegno umanitario riconoscibile in particolare nella rappresentazione di culture sottorapresentate o ignorate. Parallelamente alla professione fotografica, McCurry promuove progetti di alfabetizzazione ed empowerment delle popolazioni più povere. 

Orari: Da martedì a venerdì dalle 10 alle 18; sabato e domenica dalle 10 alle 19. 

Biglietti: Intero 7 euro, ridotto 5 euro. Gratuito fino a 14 anni. 

Immagine: Steve McCurry, Afghan/Pakistan Border (1981) ©Steve McCurry

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraSteve McCurry. Terre alte
CittàTrento
SedePalazzo delle Albere
DateDal 19/06/2021 al 19/09/2021
ArtistiSteve McCurry
CuratoriBiba Giacchetti, Denise Isaia
TemiFotografia, Steve McCurry, Trento, Palazzo delle Albere

A Trento una grande mostra di Steve McCurry dedicata alla montagna e alle sue genti
A Trento una grande mostra di Steve McCurry dedicata alla montagna e alle sue genti


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Bologna la prima mostra italiana dello street artist Aryz, nell'ex chiesa di San Mattia
A Bologna la prima mostra italiana dello street artist Aryz, nell'ex chiesa di San Mattia
One day in London: ventisette fotografie di Nino Migliori sono in mostra a Macerata
One day in London: ventisette fotografie di Nino Migliori sono in mostra a Macerata
Il Musée d'Orsay dedica una grande retrospettiva ai periodi blu e rosa di Picasso
Il Musée d'Orsay dedica una grande retrospettiva ai periodi blu e rosa di Picasso
Terre degli Uffizi: a San Godenzo va in mostra il ritratto di Dante di Andrea del Castagno
Terre degli Uffizi: a San Godenzo va in mostra il ritratto di Dante di Andrea del Castagno
Villa Giulia dedica una mostra a Mario Schifano per i vent'anni dalla sua scomparsa
Villa Giulia dedica una mostra a Mario Schifano per i vent'anni dalla sua scomparsa
La Galleria Borghese dedica una monografica a Luigi Valadier, ebanista e orafo della Roma del Settecento
La Galleria Borghese dedica una monografica a Luigi Valadier, ebanista e orafo della Roma del Settecento